Cerca

Monti, sobrietà falso mito Facci: ecco tutte le vanità

La falsa modestia del presidente tecnico del Consiglio: dalle innumerevoli interviste alla gaffe della sua portavoce

Monti, sobrietà falso mito Facci: ecco tutte le vanità

La comunicazione di Monti ha qualche problema e soprattutto ha ormai poco di sobrio. Le ancelle della grande informazione sono stanche e sperticate (su Corriere, Stampa, Repubblica ecc.) e le coloriture ebbre e al limite del brillo sono caricate sulle spalle di Betty Olivi detta Mafalda, la 62enne portavoce che lo segue dal 1994. La citazione di Monti da parte di Obama pare che sia un’invenzione dello staff di Palazzo Chigi (questo sostiene il Fatto quotidiano) e nella rassegna stampa governativa oltretutto è stato omesso l’articolo che lo segnalava. Doppia gaffe, anzi tripla: perché l’articolo in compenso era in altre rassegne anche d’oltreoceano. Accadeva nel giorno in cui la portavoce rilasciava un’intervista (sì, lei) a un periodico dal titolo giusto: Vanity Fair. Olio d'Olivi ha lubrificato il suo Mario con l’ennesima pippa sul Monti sobrio («è una sua caratteristica che ci consiglia di usare») oltreché modestie varie («l’unica cosa anormale è il suo quoziente d’intelligenza») e qualche smoderatezza, tipo: Quirinale o Palazzo Chigi? «Può fare l’una e l’altra». Insieme? Poi: l’ambizione di Monti? «Dimostrare di essere il migliore, sempre». Molto sobrio. Ancora: «Monti è stato il primo a coniare la categoria cittadino-consumatore». Sarebbe un merito. Infine: «Non cerchiamo la popolarità». Non c’è pericolo.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lepanto1571

    01 Aprile 2012 - 09:09

    Uno che chiama un decreto "Salva Italia" credendo di poterlo fare massacrando i pensionati è megalomane e/o inquisitore. Ci sarà una crisi dei consumi che stroncherà il Paese. Il suo nome sarà disprezzato nei secoli (forse ce ne dimenticheremo un po' prima).

    Report

    Rispondi

  • testin della cazzetta

    31 Marzo 2012 - 13:01

    ...ammesso che chi offende meriti risposta (e questo vale anche per "anima sensibile" marina58, la quale deve moderare i termini se vuole che qualcuno creda alla sua limpidezza di cuore...a proposito marina58: l' ha più fatto più vedere ai suoi figli il video di Silvio con la bestemmia, dicendogli che quello è un puttaniere e la madre ne è una grande ammiratrice?)...io ho frequentato molti centri sociali, ma non seguo il calcio, non ho mai votato in vita mia e Kant non lo leggo, in età pensionabile, prima di dormire, perchè l' ho studiato a suo tempo. Dopo una laurea in giurisprudenza, tra un centro sociale ed un altro, mi sono iscritto a filosofia e ho studiato. Poi sono appassionato di letteratura e suono tre strumenti. Un' ultima cosa: in nome di un dio sono state commesse le peggiori nefandezze della storia dell' umanità, per cui io lo scrivo minuscolo perchè credo che il rispetto lo si debba meritare. Cià.

    Report

    Rispondi

  • marina58

    30 Marzo 2012 - 20:08

    Carissimo e sensibile amico: in verità, avevo cercato seppur con tristezza, mal celata a rispondere a tal testin...anche per ricordare al suddetto che, DIO, si scrive con la lettara maiuscola, perchè, segno di rispetto, ma non è stato pubblicato, forse, elogiavo, "troppo" Tigrin...non sò.Non sò se il mio sia un bel post,(m il suo apprezzamento, mi ha commosso e mi commuove, davvero) ma una cosa certa la sò; l'ho scritto, come al solito di getto,(errore gravissimo, ne sono consapevole) ma con tutta me stessa e dal profondo del mio cuore, che ancora mantengo limpido, perchè sentito e sincero.Vero ciò che lei afferma...e, povero Kant, nominato dai soliti noti a sproposito, in quanto individui...feccia, da centro sociale!! la ringrazio, per l'intervento che mi ha...ridonato il sorriso di cui avevo bisogno, con rinnovata stima ed affetto, Marina GRAZIE!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • muff

    30 Marzo 2012 - 19:07

    Avrà notato, cara amica, che non è mancato l'inevitabile commento idiota al suo bel post. Non se la prenda. Questa è gente che scrive ai giornali di destra perchè quelli di sinistra i loro post non glieli pubblicano. Sono gli impresentabili. Quelli che vanno bene alla loro parte perché alle elezioni contribuiscono col voto, ma poi vengono fatti convenientemente sparire per non far vergognare gli altri. Ogni loro post compromette irrimediabilmente il già disperato tentativo dei kompagnonzi di dimostrare l'esistenza di un'attività intellettuale ed etica a sinistra. Sono sicuro che avrà notato che per l'incapacità di esprimersi e per lo squallore culturale dei loro post, questi non sono abituati (come dice di fare qualcuno di loro) a star svegli di notte a leggere Kant. Non sanno neanche chi sia. Questi sono imbecilli da centro sociale o da curva sud. Feccia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog