Cerca

Facci: suggerimento a Monti, battere cassa con le squillo

L'allarme prostituzione della Mussolini è un'idea per il premier. Tassare le prestazioni sessuali: non sono più immorali dello scudo fiscale

Facci: suggerimento a Monti, battere cassa con le squillo
«Con Monti più prostitute». La frase campeggiava su qualche sito e appartiene alla sempre moderata Alessandra Mussolini, secondo la quale il governo «spinge i giovani sulla strada» perché «c’è un boom di prostituzione giovanile e studentesca e credo che parte delle colpe sia dei provvedimenti economici di Monti». Ora: a parte che è difficile credere che ci siano più prostitute adesso che col governo Berlusconi (è una battuta sino a un certo punto) la Mussolini deve stare attenta a non svegliare il can che dorme, perché se l’Europa è il solo e vero riferimento di Monti - e lo è - finisce che si mette a tassare le prostitute come avviene nella mitica Germania. In Italia la prostituzione è già legale (ma non legalizzata) e da più di cinquant’anni la classe politica e la società civile rinviano un problema che imbarazza tutti, ma che visto di spalle rappresenta una branca del terziario che è irrinunciabile per tanti elettori, e - a quanto pare - per tanti eletti. Monti ha già sfondato muri che sembravano incrollabili: in cambio di uno sconto sull’Imu, senz’altro, gli italiani forse sarebbero pronti anche a questa rivoluzione. Qualcuno dirà che c’è un problema di moralità: come se lo scudo fiscale fosse morale. E comunque è vero: si tratta di decidere, in effetti, se sia più immorale che una prostituta paghi le tasse oppure che non le paghi.


di Filippo Facci

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • uycas

    20 Aprile 2012 - 09:09

    Si potrebbe raccogliere le firme per una proposta di legge popolare. Farei un regime fiscale agevolato, meglio un qualcosa da tutte o tante che niente da poche. Controlli sanitari e licenze a pagamento. APero sia a donne uomini e trans. Applichiamo il modello Svizzero però possono esercitare solo se maggiorenni.

    Report

    Rispondi

  • barbabianca

    20 Aprile 2012 - 06:06

    Non passa giorno che non si legga qualche magagna dei politici con spese a carico della comunità, ridotta per causa loro alla miseria. Ma a questi INCAPACI è tutto dovuto ? Certo, per la loro inettitudine e la loro faccia di c... meritano ben oltre la sufficienza: il finanziamento dei partiti, le agende al Senato, le assicurazioni gratis e, se si indaga un po' di più si scopriranno le scopate gratis. E' molto meglio espatriare che sentire e leggere tutte le malefatte di questo ladroni!!!!!

    Report

    Rispondi

  • marco50

    20 Aprile 2012 - 01:01

    Il suo giornale non lo compro più. siete peggio del Fatto quotidiano. Saluti

    Report

    Rispondi

  • beylerbey

    19 Aprile 2012 - 23:11

    Niente di + trito e ritrito; tassare la marchetta, ovvero eliminare la legge MERLIN, perché altrimenti non ha senso. In tutta europa esistono i casini e sono pure assai frequentati, con tariffe che vanno dai 50 euro in su.Dove sarebbe la novità? Sarebbe solamente l'eliminazione di una ipocrisia che esiste da oltre 50 anni solo per far contento il vaticano. Sarebbe sufficiente far pagare 30 euro al giorno ad ogni prostituta ed avremmo già un "tesoretto" discreto, visto che si contano circa 90.000 prostitute, fatevi un poco i conti!!! Ma anche questa proposta è destinata a restare tale, non si possono scontentare gli alti prelati....Cordialmente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog