Cerca

Il falso mito

Pesce "bistecca", lo avete sempre pagato troppo: la verità che non vi dicono sul prezzo migliore

25 Dicembre 2017

0
Pesce "bistecca", lo avete sempre pagato troppo: la verità che non vi dicono sul prezzo migliore

Tra i tanti falsi miti che circolano sul cibo in tavola, torna spesso in circolazione quello sul pesce "bistecca", come spada e tonno. In molti pensano che più sia alto il prezzo al bancone, più sia alta la qualità. In realtà è solo più comodo perché non ha spine e si cucina come se fosse una fetta di carne. In più, la pesca intensiva di spada e tonno, quello rosso in particolare, ha messo a dura prova gli stock ittici, non lasciando ai giovanili la possibilità di crescere e diffondersi al di sopra della soglia di rischio.

Per approfondire leggi anche: Cibo scaduto, come capire se lo possiamo ancora mangiare

Falso mito anche quello che ci porta a preferire il pesce fresco nella convinzione che sicuramente locale: in Italia ogni giorno viene sbarcato pesce fresco proveniente da 40 Paesi, e molti di questi si affacciano sul Pacifico o sull’Atlantico. L'unica certezza, quindi, è l’etichetta che deve contenere obbligatoriamente: denominazione commerciale della specie; metodo di produzione (“pescato”, “pescato in acque dolci”, “allevato”); zona di cattura; stato fisico (decongelato, scongelato); presenza di additivi.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media