Cerca

Vincere da grandi, la musica che cambia la vita
si suona pure in Italia

0
Vincere da grandi, la musica che cambia la vita si suona pure in Italia

È partita da poco la seconda fase del progetto «Vincere da grandi», dedicata al sostegno dei giovani che abitano in zone dell' Italia in cui prevale il disagio. Mentre la prima fase era centrata sulle attività sportive, attraverso le quali bambini e ragazzi possono trovare il trampolino di lancio per assicurarsi un futuro, questa seconda fase ha come protagonista la musica. A dar vita al progetto culturale e sociale sono il Sistema orchestre e cori giovanili e infantili in Italia assieme al Gioco del Lotto. L' obiettivo è quello di offrire un sostegno alle famiglie italiane che vivono in realtà urbane particolarmente difficili, per dar loro una fondamentale opportunità educativa.
Il Sistema orchestre fa parte dello straordinario network internazionale di «El Sistema», definito come «il più grande progetto musicale del nostro tempo» da Simon Rattle, direttore dei Berliner Philharmoniker, una delle più importanti orchestre sinfoniche del mondo. Fondato 40 anni fa in Venezuela dal maestro José Antonio Abreu, «El Sistema» oggi è diffuso in oltre cinquanta Paesi e coinvolge circa un milione di giovani, di cui 10mila in Italia, dove è stato avviato per iniziativa di Claudio Abbado.
«El Sistema» promuove un innovativo modello educativo in cui la pratica musicale collettiva in coro e in orchestra, accessibile gratuitamente, viene proposta come strumento privilegiato per la formazione della persona e del cittadino, favorendo il dialogo interculturale e l' inclusione dei soggetti a rischio di isolamento sociale.
Dice Roberto Grossi, presidente del Sistema orchestre e cori giovanili e infantili in Italia: «Siamo molto felici di aver avviato questa collaborazione con il Gioco del Lotto, che ringraziamo per l' attenzione e la sensibilità ai temi della solidarietà e dell' impegno sociale, nel solco della loro secolare tradizione. Un connubio proficuo tra pubblico e privato per sviluppare le esperienze educative attraverso la musica per i bambini e le famiglie in sei città italiane». Infatti, nella fase di startup dell' iniziativa, partecipano inizialmente a «Vincere da grandi» i nuclei di Milano, Torino, Venezia, Firenze, Roma e Napoli che coinvolgono complessivamente 2500 ragazzi.
Questi centri educativi sono particolarmente meritevoli di sostegno, perché si trovano in fase di avvio o perché interessano numeri molto importanti di giovani. Per questo sono stati individuati dal Sistema fra i 65 nuclei già attivi nel nostro Paese. Grazie alla collaborazione con il progetto «Vincere da grandi», sostenuto dal Gioco del Lotto, il Sistema potrà ampliare l' offerta didattica gratuita e acquistare strumenti musicali per i ragazzi. «L' iniziativa», afferma Fabio Cairoli, amministratore delegato di Lottomatica, «è l' ennesima dimostrazione dell' importanza che il nostro gruppo attribuisce alla responsabilità sociale e di come attraverso il Gioco del Lotto, Lottomatica si lega alle più importanti istituzioni culturali e sociali del Paese, dedicando grande attenzione e molte risorse ai territori in cui opera».
Con la prima fase, dedicata allo sport, da maggio fino alla fine dell' anno, bambini e ragazzi tra i 5 e i 14 anni, provenienti da famiglie che vivono in aree disagiate, nei quartieri «a rischio» delle maggiori città italiane, stanno avendo la possibilità diprovare e praticare gratuitamente numerose discipline sportive.
Il progetto prevedeva quattro tappe in altrettante città italiane: Roma, Napoli (Scampia), Palermo (Zen) e a Milano (Quarto Oggiaro). Ora tocca alla musica, vissuta però in gruppo. I giovani potranno cimentarsi praticamente con tutti gli strumenti musicali e varranno inseriti in breve tempo in un gruppo polifonico.
L' obiettivo dell' iniziativa è anche quello di creare le opportunità e un contesto formativo adeguato che permetta a quanti hanno una predisposizione per la musica di mettersi alla prova.
Per diventare, da grandi, orchestrali o cantanti di professione.

Adriano Bascapé

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media