Cerca

made-in-italy

Sfila a Roma Martina Couture, in passerella artigianato e incontro fra culture

Sfila a Roma Martina Couture, in passerella artigianato e incontro fra culture

Roma, 24 nov. (Labitalia) - Un incontro fra culture dove l'artigianato si fa moda. La giovane stilista Martina Grisolia sceglie Roma, la sua città d’adozione, per presentare 'Martina Couture', con la sua prima collezione primavera-estate 2016, ispirata alla cultura mediorientale. L'appuntamento con 'Imago veli' è per giovedì 26 novembre, nella location della Casina di Macchia Madama.

La moda di Martina Couture è tutta made in Italy, realizzata in una sartoria nel Nord della Calabria, terra d'origine della stilista, da artigiani italiani, e anche i ricami sono interamente confezionati a mano. Ciò che si vede in passerella sarà un'idea di ciò che la sartoria e il marchio sono in grado di creare, ma gli abiti potranno essere del tutto personalizzati a seconda delle esigenze della cliente donna o bambina. Quello che si osserva in passerella non è semplicemente l'abito della sfilata, infatti, ma l'idea di esclusività che un abito su misura può dare e la qualità garantita di una confezione realizzata a mano.

Martina Grisolia frequenta la triennale dell’Accademia Costume e Moda, a Roma, laureandosi nel 2014 con il massimo dei voti. La sua tesi di laurea, pubblicata dalla Pioda Imaging nel 2015, 'Lo sguardo libero - L’evoluzione del velo dall’epoca preislamica a oggi negli Emirati Arabi Uniti', è uno studio frutto di due anni di ricerche sulla tematica del velo, nonché sull’importanza che esso assume nei vari paesi islamici. Martina si trasferisce a Bologna, dove, grazie all’esperienza acquisita presso la struttura Manifatture di Fiammetta Pancaldi, specializzata in capi su misura d'alta moda per celebrità europee e americane, assiste alla produzione dei capi-sfilata per le collezioni per la Victoria's Secrets. In particolare, per la sfilata di dicembre del 2014 svoltasi a Londra presso Earls Court Exhibition Centre, prende parte alla realizzazione del capo della cantante americana Taylor Swift, che si esibiva durante lo show.

Presso la stessa struttura, ha anche preso parte alla realizzazione del capo per Prada realizzato per l’attrice Emma Stone indossato per la premiere a New York del film 'The Amazing Spiderman 2: Rise of Electro'; sempre per Prada, la giovane stilista partecipa alla creazione di tre abiti-scultura nel 2014/2015. Nel 2014, realizza una collezione di alcuni capi per la sfilata di Moncler Gamme Rouge per la Collezione PE 2015. Inoltre, partecipa anche alla creazione di alcuni dei capi della sfilata di Giamba di Giambattista Valli per la sfilata PE 2015.

Il suo bagaglio di cultura internazionale, accresciuto grazie anche ai suoi numerosi viaggi tra Giappone, Russia e, in particolar modo, Dubai, è stato fondamentale fonte di ispirazione per le sue creazioni.

Durante questa sfilata saranno presentati diversi capi di alta moda: tre abiti da sera che appartengono alla pre-collezione, tredici capi della collezione Imago Veli PE 2016, ai quali fanno da cornice anche tre teneri abiti da bambina, indossati da altrettante piccole modelle. La sfilata si conclude con un maestoso abito da sposa, che, assoluta novità, anticipa la collezione autunnale-invernale 2016-2017. La sfilata sarà aperta da un abito corto da cocktail, l’unico dell’intera sfilata, seguito da soli abiti da sera lunghi. La collezione si ispira al mondo naturale e alle sue forme, alla sua forza e allo stesso tempo alla sua delicatezza. Parte del ricavato della vendita degli abiti della sfilata primavera-estate 2016 Martina Couture sarà devoluto all'associazione Società Civile Congolese d' Italia a sostegno del progetto Barazavenir da Roma a Goma (Rdc), a favore dell'imprenditoria femminile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog