Cerca

made-in-italy

Basilicata: Regione, distretti fanno rete per promuovere eccellenza lucana nel mondo

Basilicata: Regione, distretti fanno rete per promuovere eccellenza lucana nel mondo

Matera, 18 dic. (Labitalia) - Casa Matera, Basilicata fine foods e B-wear sono i 3 marchi che rappresentano nel mondo la filiera di qualità dei distretti food fashion-furniture. Questo il risultato della piattaforma di internazionalizzazione Mapping Basilicata exporting italian excellence, il progetto, finanziato dalla Regione Basilicata e realizzato da Sviluppo Basilicata spa e Unioncamere Basilicata in collaborazione con Forim, che ha l'obiettivo di rafforzare la presenza delle aziende lucane nei mercati internazionali.

"Grazie alla strategia congiunta del sistema regionale -si legge in una nota- per la prima volta le aziende della Basilicata si sono riunite per fare sistema attraverso le reti d'impresa unite per valorizzare le eccellenze locali sotto i tre marchi di qualità, Casa Matera, Basilicata fine foods e B-wear, con l’obiettivo di promuovere nel mondo il meglio delle produzioni lucane raccontando l’identità, la storia e la cultura di una terra antica, sospesa tra un passato di tradizioni e un presente d’innovazione".

"Ciascun marchio -spiega- rappresenta la filiera di qualità dei distretti ed è il punto di partenza per sviluppare azioni e sinergie mirate a sviluppare la strategie di posizionamento dei prodotti nei mercati internazionali".

Mapping Basilicata raccoglie un centinaio di aziende lucane appartenenti ai distretti industriali più importanti del territorio e le affianca in percorsi di crescita internazionale verso i mercati esteri. In quest’ottica, i prodotti della Basilicata sono stati raggruppati in 3 settori distinti, arredamento-design-corsetteria-agroalimentare, trasversali tra loro e considerati da sempre l'eccellenza del made in Italy perché coniugano insieme qualità, artigianalità e design. Gli sforzi degli enti coinvolti hanno permesso la creazione di più di 160 contratti di rete, il coinvolgimento di oltre 500 pmi per circa 3 mila occupati.

Rilevante il contributo al progetto Mapping da parte di stakeholders pubblici e privati che hanno contributo a supportare le azioni di networking e a promuove la piattaforma di internazionalizzazione della Regione Basilicata. La forte sinergia con la Camera di commercio italiana a Londra e con la Camera di commercio italiana in Germania ha permesso di creare solide reti di sviluppo delle relazioni industriali e commerciali con i Paesi target.

Per rendere il progetto efficace e capitalizzare il positivo impatto che la strategia Mapping ha messo in atto nel corso del 2015 sarà necessario lavorare su 3 linee: il potenziamento dei percorsi formativi per gli imprenditori in ambito internazionale (formazione); il supporto per lo sviluppo delle reti di impresa (contratto di rete); il potenziamento delle azioni di marketing sui Paesi target con l'obiettivo di attuare una strategia long-term di posizionamento dei marchi del territorio (branding-pricing-positionnig-communication).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog