Cerca

made-in-italy

L'eccellenza cinese incontra il vino italiano

L'eccellenza cinese incontra il vino italiano

Roma, 23 feb. (Labitalia) - L’eccellenza cinese incontra il vino italiano: lezioni di cucina, showcooking e degustazioni in occasione dei festeggiamenti per il Capodanno cinese sono in programma fino al 5 marzo. Il Chinese Culinary Institute, tra i più autorevoli centri di formazione culinaria di Hong Kong, e Gambero Rosso, leader da 30 anni - compiuti proprio quest’anno - nel promuovere e comunicare nel mondo la cultura gastronomica e l’altissimo livello qualitativo raggiunto dalle aziende vitivinicole italiane, hanno dato vita a un progetto di integrazione culturale per promuovere la buona cucina cinese in abbinamento con i vini italiani.

Formazione è la parola chiave di questo progetto di cooperazione, 'Oltre i confini del gusto', che mira a valorizzare la migliore tradizione gastronomica della regione di Hong Kong, un patrimonio che il Chinese Culinary Institute ha, negli ultimi quindici anni, tutelato e promosso, così da fare di Hong Kong un centro riconosciuto nel mondo per la qualità della sua cucina.

"Le Gambero Rosso Academy, dal canto loro, sono da sempre tra gli asset più propositivi e performanti del gruppo, conquistandosi nel tempo un ruolo centrale in diverse joint-venture nazionali e internazionali, insieme agli eventi e alle altre strategie divulgative delle nostre eccellenze enogastronomiche", si legge in una nota.

"Oltre alla formazione professionale e manageriale, i loro programmi didattici hanno, infatti, anche l’importantissimo scopo di educare i nuovi consumatori, aumentando la loro capacità di riconoscere e scegliere il vero made in Italy, contribuendo a contrastare il dannoso fenomeno dell’italian sounding. Un problema, quello della concorrenza sleale, con il quale tutti i paesi produttori di eccellenze devono purtroppo fare i conti", sottolinea.

Per tramutare gli intenti del progetto 'Oltre i confini del gusto' in scambio attivo di competenze e passione, in occasione dei festeggiamenti del Capodanno cinese, quindi, è stato organizzato un ricco programma di appuntamenti a Roma, Milano, Napoli e Torino. Si parte da Roma e Milano, con i seminari rivolti ai professionisti del settore ristorativo, in compagnia degli chef cinesi Leung Kim Sum e Chan Chun Hung. Le stesse città ospiteranno le classi di cucina aperte al pubblico (solo su prenotazione) sul modello dei corsi per appassionati offerti dalle Città del Gusto. Anche in questo caso, protagoniste saranno le ricette tipiche cinesi, dai panini al vapore alla zuppa di ravioli di seppia, alle chele di granchio fritte con purea di gambero.

Il Capodanno cinese (mercoledì 24 febbraio a Roma, il 26 a Napoli, il 27 a Milano, il 5 marzo a Torino), invece, sarà festeggiato anche a Napoli e Torino, dove gli chef Leung Kim Sum e Chan Chun Hung passeranno il testimone ai loro colleghi italiani, cuochi in alcuni ristoranti cinesi, che saranno protagonisti di uno showcooking, cui seguirà la degustazione di quattro portate in abbinamento ai vini selezionati dagli esperti della Gambero Rosso Academy. Per apprezzare ancora meglio i sapori della grande Cina, prima di ogni incontro un'antropologa approfondirà simbolismi e consuetudini della cucina più antica e fantasiosa del mondo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog