Cerca

made-in-italy

In Toscana il vino incontra il cristallo

In Toscana il vino incontra il cristallo

Roma, 25 feb. (Labitalia) - Vino e cristallo: un binomio inscindibile che il Movimento Turismo del Vino Toscana vuole mettere in evidenza. Per questo il 5 marzo, a Colle di Val d’Elsa, borgo in provincia di Siena, è in programma la seconda edizione di 'Cantine aperte di cristallo', l’evento promosso dal Movimento Turismo del Vino Toscana in collaborazione con il Consorzio del Cristallo e i sommelier dalla Fisar delegazione Siena Val d’Elsa. Oltre venti cantine da tutta la Toscana troveranno posizione all’interno delle cinque cristallerie aderenti all’iniziativa dando la possibilità unica di degustare il vino all’interno dei laboratori artigiani dove si producono i calici.

"A pochi giorni dalla seconda edizione possiamo dirci soddisfatti per la partecipazione sia di cantine che di cristallerie - spiega il presidente del Mtv Toscana, Violante Gardini - segno evidente che è una manifestazione che può crescere e che darà la possibilità di scoprire, oltre alle eccellenze artigianali e vitivinicole toscane, anche un borgo turistico di rara bellezza quale è Colle di Val d’Elsa".

Dalle 10 alle 18 del 5 marzo, dunque, le cinque cristallerie aderenti al progetto saranno aperte e ospiteranno ciascuna alcune delle venti cantine aderenti all’iniziativa accogliendo i 'wine lovers' e tutti gli appassionati con dei kit di degustazione che prevedono, tra le altre cose, un calice da degustazione e la mappa di tutti i punti di assaggio dislocati tra il centro storico e i quartieri della città. Il visitatore, quindi, potrà prima apprezzare le numerose imprese di cristallo della capitale italiana di questo settore, potendo anche acquistare a prezzi speciali non solo i bicchieri, ma anche tutta l’oggettistica realizzata, per poi quindi scoprire le migliori aziende vitivinicole della Toscana assaggiando e con la possibilità di acquistare direttamente sul posto.

"Dobbiamo ringraziare il Consorzio del Cristallo di Colle di Val d’Elsa nella persona del presidente Giampiero Brogi, che anche per questa edizione è stato molto partecipe nell’organizzazione di questo evento - sottolinea il vicepresidente del Mtv Toscana, Federico Taddei - e che permetterà ai visitatori anche di farsi creare dei calici personalizzati avvicinandosi quindi ancora di più a questo mondo". La partecipazione ha un costo di 7 euro che permette di ricevere in omaggio il porta calice del Mtv Toscana e il calice della Fisar. I sommelier della delegazione della Fisar Siena Val d’Elsa, capitanata dal delegato Vincenzo Niccolini, accompagneranno gli appassionati alla scoperta dei migliori vini regionali con momenti di degustazione, o semplicemente raccontando i singoli prodotti nei banchi d’assaggio all’interno delle cristallerie e del museo del cristallo.

Inoltre, in concomitanza con la prima edizione della 'Festa delle donne del vino' in Toscana, due sommelier della Fisar Rosa nella giornata si occuperanno di fare le due lezioni a ingresso gratuito per tutti coloro che vorranno partecipare. Due momenti per spiegare il 'bon ton' a tavola, su come scegliere il vino, ma anche su come servirlo, apparecchiarlo in tavola e spiegarlo in base al menu ed entrambe si terranno presso la cristalleria Colle Vilca alle 12 e alle 16. Il Consorzio del Cristallo di Colle di Val d’Elsa, associazione di produttori sorta con l’obiettivo di promuovere non solo l’arte di molare di questo distretto, ma anche le bellezze artistiche e paesaggistiche, ha aderito con molto entusiasmo a questa nuova edizione di 'Cantine aperte di cristallo'. Se da un lato, infatti, gli addetti del vino spiegheranno le peculiarità di questo prodotto, dall’altro i molatori e gli imprenditori del settore cristallo racconteranno i segreti di questa vera e propria arte che vede in Colle di Val d’Elsa uno dei principali poli produttivi a livello mondiale.

In collaborazione con le cristallerie aderenti, sono promossi dei veri e propri tour per mostrare i principali passaggi della produzione di cristallo. Un'occasione unica per vedere da vicino i forni accesi e le macchine in funzione, l’arte di soffiare a bocca il cristallo e la possibilità di far incidere il proprio nome sul calice da degustazione. Le cristallerie partecipanti sono: Colle Vilca, Museo del Cristallo, La Grotta del Cristallo, Cristallo d’Arte - Mario Belli, Moleria Franco Cucini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog