Cerca

made-in-italy

Dieci anni fa il francobollo dedicato al gelato artigianale

Dieci anni fa il francobollo dedicato al gelato artigianale

Roma, 7 mar. (Labitalia) - Ricorre l'11 marzo il decennale dell'emissione, da parte di Poste Italiane, del francobollo dedicato al gelato artigianale. Nella descrizione ufficiale di allora si legge: "Il valore dedicato al gelato artigianale raffigura una immagine d’epoca di un venditore ambulante di gelati, con il caratteristico carrettino, sul quale si evidenzia un cono gelato". Completano il francobollo le leggende “made in italy” e “gelato artigianale”, la scritta “Italia” e il valore “€ 0,60”.

L'emissione ufficiale avvenne in due località, Capri e Belluno. A Capri, in quanto l'idea partì dalla Campania, all'interno del Comitato dei gelatieri campani dove, ancora nel 2003, Giovannino Fittipaldi propose di richiedere al ministero delle Poste l'emissione del francobollo dedicato al gelato artigianale. L’idea suscitò vivo interesse nei presenti e il presidente, Ferdinando Buonocore, vista l’unanimità dei consensi e visti i trascorsi di filatelico di Fittipaldi, gli conferì il mandato per attivare le procedure presso gli enti preposti.

Nell'ottobre 2005, a distanza di circa tre anni, la Divisione Filatelia delle Poste comunicò che la Consulta aveva espresso parere favorevole all’emissione (nel 2006) di un francobollo dedicato al gelato artigianale italiano, nell’ambito della serie tematica “Made in Italy”, riconoscendo, così, il grande valore che il gelato artigianale italiano rappresenta nel mondo.

Saputa la notizia e in considerazione della storica tradizione per l'attività di gelatiere che coinvolge migliaia di bellunesi, grazie alle sollecitazioni di Longarone Fiere e dell'allora presidente della Provincia, Sergio Reolon, che inviò esplicita richiesta al ministro delle Comunicazioni, Mario Landolfi, Poste Italiane comprese nelle iniziative ufficiali di emissione anche Belluno. Nelle due località vennero organizzate manifestazioni ed eventi celebrativi. Del francobollo vennero realizzati 3 milioni e cinquecentomila esemplari.

E proprio Longarone Fiere Dolomiti, nei giorni scorsi, nella sede dell’Istituto professionale 'Don Pino Puglisi' di Centuripe (En), ha consegnato ufficialmente la macchina per la preparazione del gelato ai dirigenti della scuola, le cui allieve, Erika Acquaviti e Martina Di Maggio, durante la recente 56ma edizione della Mig-Mostra internazionale del gelato artigianale, si sono classificate al primo posto nel concorso di gelateria 'Carlo Pozzi' riservato agli Istituti e scuole alberghiere italiane.

Una cerimonia alla quale hanno preso parte il presidente della Mig, Fausto Bortolot, il sindaco di Longarone, Roberto Padrin, e il collega di Centuripe, Michele Galvagno. A ritirare la macchina, donata grazie alla collaborazione con l’azienda Telme Spa di Codogno (Lo), c’era il dirigente scolastico, Serafino Lo Cascio, con il responsabile del plesso, Felice Salvatore Bonelli, e il docente Fabio Galati che ha accompagnato le due allieve alla finale di Longarone, alla quale hanno preso parte 12 istituti alberghieri provenienti da sette regioni italiane.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog