Cerca

veneto/verona

Enoitalia celebra scienza sostenendo Virgo

Enoitalia celebra scienza sostenendo Virgo

Verona, 26 mag. (Labitalia) - Arte e scienza a favore di una nuova cultura. Il doppio binomio crescita e innovazione, ricerca e sviluppo è la caratteristica di Enoitalia, l’azienda vinicola familiare di Verona che vanta il maggior numero di bottiglie prodotte in Italia e che, esportando l’80% della sua produzione, veicola il dna del made in Italy nel mondo. Ospiti d’eccezione, lunedì 30 maggio, alla sede di Enoitalia, saranno gli scienziati del team Virgo Padova-Trento, dell’Istituto nazionale di fisica nucleare che hanno contribuito alla straordinaria rilevazione delle onde gravitazionali.

“Innovazione -spiega Giorgio Pizzolo, presidente dell’azienda- per noi significa anche attenzione ai processi intuitivi e ai traguardi creativi dell’italianità, che spazia dall’arte alla cultura della ricerca scientifica". Una scelta aziendale convinta, nell’anno del trentennale quella di dedicare un vino in limited edition a questo importante traguardo scientifico; un inno al genio italiano, celebrato con un’etichetta d’autore, un graphic design che trasla le onde in arte cinetica, nata da un’idea di Flavia Mariani e realizzata da Cristina Vannini Parenti.

Enoitalia esprime e divulga, con un'iconografia fuori dagli schemi, l’intuizione e l’operato degli scienziati italiani lanciando un nuovo concept wine innovativo, con attenzione particolare alle tendenze dei 'millennials' dei paesi emergenti; una sfida costruita su solidi e costanti investimenti in qualità e evoluzione, asset strategici di Enoitalia, che è da anni nella top ten del settore vinicolo di MedioBanca. Jean Pierre Zendri, responsabile del gruppo, gli altri membri del suo team, e il presidente Pizzolo per l’occasione incontreranno la stampa presso la sede Enoitalia, dalle ore 11,45. Seguirà poi la degustazione del vino in limited edition.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog