Cerca

made-in-italy

Ad Altaroma fashion scouting di giovani talenti

Ad Altaroma fashion scouting di giovani talenti

Roma, 6 lug. (Labitalia) - Un laboratorio di creazioni made in Italy direttamente proiettato sui mercati internazionali, grazie alla collaborazione e al sostegno dell’Ice - Agenzia di Roma e alla sua rete di uffici all’estero. E' anche questo 'Who Is On Next?', progetto di fashion scouting dedicato ai giovani talenti della moda, ideato e realizzato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia, che si presenta al pubblico degli addetti ai lavori nell'edizione estiva della manifestazione in programma dall’8 all’11 luglio nella capitale.

Considerato a livello mondiale tra le piattaforme creative più autorevoli, 'Who Is On Next?', consolida, quindi, il ruolo di Roma come trampolino di lancio e incubatore di nuovi talenti, scenario ideale di una creatività sperimentale, fresca e innovativa che non dimentica mai la storia e la tradizione artigianale. 'Who Is On Next?', decretato dal Financial Times uno dei 10 'World’s Most Important Fashion Prizes', si è affermato a livello internazionale, infatti, come piattaforma della new wave della moda italiana rendendo la competizione anche un momento di confronto, di scambio e spesso di sinergia.

Dalle precedenti edizioni, sono emersi nomi che oggi fanno stabilmente parte del panorama della moda mondiale, tra i quali: Aquilano Rimondi, Nicholas Kirkwood, Marco de Vincenzo, Albino, Angelos Bratis, Paula Cademartori, Stella Jean, Msgm by Massimo Giorgetti, Gabriele Colangelo, Giancarlo Petriglia, Arthur Arbesser, Piccione.Piccione, Daizy Shely, Benedetta Bruzziches, Giannico, Miaoran, L72.

Numerose e interessanti le proposte di partecipazione a 'Who Is On Next? 2016, passate al vaglio della Commissione composta da Simonetta Gianfelici, Fashion Expert e Talent Scout, e Sara Maino, Senior Editor di Vogue Italia e Head of Vogue Talents. Dodici i progetti selezionati che entrano a far parte del gruppo dei finalisti di questa nuova edizione: cinque creativi per la categoria abbigliamento e sette per l’area accessori e gioielli si confronteranno a Roma davanti a una giuria internazionale.

Per il prêt-à-porter si sfidano: Nicola Brognano, giovane designer calabrese diplomato presso l’istituto Marangoni di Milano, che ha dato vita, nell’estate 2015, al brand dall’impronta super femminile Brognano; Edithmarcel, brand nato nel 2015 dalla collaborazione tra Gianluca Ferracin e Andrea Masato, provenienti entrambi dall’università Iuav di Venezia, che indaga forme, volumi e lunghezze che possano vestire indistintamente il corpo maschile o femminile.

E ancora: Melampo Milano, marchio di berretti trasformato da Lulù e Anna Poletti in un nuovo brand di abbigliamento tra il 2013 e il 2014; Narguess Hatami, anima creativa della nuova linea di abbigliamento e accessori donna Miahatami, con uno stile pensato nella logica del ben vestire, naturale e rilassato; Daniele Giorgio, fondatore e direttore creativo di Parden’s, caratterizzato da forte impatto visivo, tagli moderni e puliti.

In campo per accessori e gioielli: Akhal Tekè, nato nel 2015 dall’ispirazione di Benedetta Bolognesi e Gaia Ghetti, una linea di flat shoes il cui tema dominante è il ricamo; Azzurra Gronchi, brand toscano di borse, garanzia di un sofisticato made in Italy e di alta qualità, creato dalla giovane formatasi come modellista al Centro formazione professionale e come designer e product manager al Polimoda; Francesco D’Amico, percorso di studi presso l’Accademia Costume & Moda di Roma, che ha fondato il marchio di calzature donna Damico Milano.

Ci sono poi: Ioanna Solea, diploma presso l’Istituto Marangoni di Milano, che ha lanciato il proprio marchio nel 2013, dove si fondono spirito del lusso e tecnica artigianale; Lodovico Zordanazzo, che, dopo essersi diplomato in Fashion Design presso l’Istituto Marangoni di Milano, si trasferisce a Londra per fondare poi nel 2015 il suo brand di calzature interamente realizzate a mano in Italia.

Infine: Filippo Pugnetti, creatore nel 2015 di Pugnetti Parma, brand di borse che coniuga dinamicità creativa e conoscenza profonda delle tecniche dei maestri artigiani; Schield, marchio con sede a Firenze specializzato nella realizzazione di gioielli di lusso con focus su innovazione e artigianalità italiana. creato dal giovane designer di origini siciliane Roberto Ferlito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog