Cerca

made-in-italy

Altaroma, saper fare manuale e nuove tecnologie con Monteneri

Altaroma, saper fare manuale e nuove tecnologie con Monteneri

Roma, 6 lug. (Labitalia) - Segna il suo debutto nel calendario di Altaroma con un evento dedicato, Monteneri, piattaforma ispirata al savoir-faire applicato alla moda e al design, che fonde il saper fare manuale della pelletteria con le nuove tecnologie industriali. Un progetto innovativo volto alla valorizzazione della produzione locale e alla promozione di un dialogo tra diverse figure artigianali. L'appuntamento, nell'ambito di Altaroma, è per il 9 luglio, dalle 9,30 alle 11, in via Tiburtina 213, per un breakfast in atelier.

Monteneri, infatti, nasce a Valentano, sulle sponde del lago di Bolsena, dall’esperienza ultratrentennale di DiMar Group, eccellenza del Made in Italy che riunisce 600 artigiani pellettieri produttori dei più grandi marchi internazionali del lusso. Con la presentazione 'Centerfold: il saper fare messo a nudo', Monteneri intende svelare e valorizzare la maestria e le competenze tecniche dei suoi artigiani: un hub dove si favorisce la sperimentazione e si valorizza l’alta manifattura.

Infatti, in lingua inglese Centerfold è il poster che si trova nelle pagine centrali di una rivista, così come per Monteneri sono centrali le figure professionali che hanno reso DiMar Group una delle realtà imprenditoriali più avanzate del Made in Italy.

Oltre alla seconda collezione di borse e accessori - articoli di alta fattura realizzati applicando le tradizionali tecniche pellettiere con innovative lavorazioni tecnologiche - Monteneri presenta la Marquise Bag, ispirata alle sfaccettature di una pietra preziosa e lavorata secondo le antiche tecniche degli astucciai, che ha vinto il premio Cna nazionale all’Open Design Italia di Vicenza a giugno 2016.

L’evento metterà a confronto la varietà dei saper fare necessari per creare una borsa, secondo le diverse fasi di lavorazione, portando alla luce la maestria, l’abilità e la padronanza tecnica degli artigiani, i cui ritratti fotografici saranno esposti come in una galleria d’arte per dare visibilità agli artefici delle creazioni.

La diversità degli artigiani viene così messa a nudo e contrapposta alle particolarità del saper fare, alle differenti competenze tecniche e ai molteplici know-how di cui gli artigiani Monteneri sono custodi. Insieme, una selezione di campioni di lavorazioni artigianali, presentate in un folder di pelle creato ad hoc, studiate e sviluppate per l’archivio Monteneri, e artigiani all’opera che metteranno in scena tutta la loro capacità tecnica, ricreando così il suo opificio, un mondo fatto di umanità e di dialogo fra i diversi savoir-faire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog