Cerca

made-in-italy

Dalla tecnologia Eurotech stazioni mobili per la ricarica di auto elettriche

Dalla tecnologia Eurotech stazioni mobili per la ricarica di auto elettriche

Udine, 21 lug. (Labitalia) - Nascono dalla collaborazione fra Eurotech e FreeWire Technologies le stazioni mobili per la ricarica delle auto elettriche Mobi Charger. Sono tre i dispositivi della quotata friulana che verranno utilizzati da FreeWire Technologies per gestire Mobi Charger, la stazione mobile per la ricarica di veicoli elettrici che può essere spostata, a servizio di più auto, per consentire una ricarica sul luogo di lavoro, al centro commerciale, o nei parcheggi pubblici.

Eurotech fornisce componenti tecnologici essenziali: Everyware Cloud, Reliagate e Reliacell. I dati saranno raccolti dalle unità Mobi Charger utilizzando Everyware Cloud, una piattaforma di integrazione IoT che semplifica la gestione dei dati e dei dispositivi, collegandoli al cloud in maniera sicura e affidabile. FreeWire sfrutterà le informazioni che riceverà in tempo reale, per monitorare le stazioni e verificare che operino secondo gli standard previsti. Oltre che per gestire la potenza disponibile e il fabbisogno di energia per la ricarica di Mobi Charger EV.

FreeWire ha scelto inoltre di installare all’interno di Mobi Charger il gateway IoT Reliegate e l'adattatore per rete cellulare, Reliacell. Reliagate è un gateway multiservizi a basso consumo, progettato per la comunicazione bidirezionale fra le stazioni Mobi Charger ed Everyware Cloud. Reliacell è un robusto modulo plug-and-play che garantisce una affidabile connessione alla rete cellulare.

"La ricarica delle auto elettriche - sottolinea Roberto Siagri, presidente di Eurotech - rappresenta e rappresenterà un’esigenza sempre maggiore. Mettendo a disposizione le nostre tecnologie IoT aFreeWire Technologies, per lo sviluppo del Mobi Charger, abbiamo consentito un notevole passo in avanti nella creazione delle stazioni mobili di ricarica: comode, per la loro flessibilità e adattabilità a spazi e luoghi differenti".

"Quando abbiamo cominciato a sviluppare il nostro prodotto, Eurotech metteva già a disposizione l’architettura di base", spiega Jawann Swislow, direttore commerciale di FreeWire Technologies.

"Non aveva senso continuare a sviluppare una soluzione che potevamo acquistare da Eurotech - prosegue - con un investimento equivalente e maggiori garanzie di funzionamento. Una volta installato, l'hardware non richiede alcun intervento da parte nostra, perché gli aggiornamenti software possono essere eseguiti automaticamente con enormi benefici".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog