Cerca

made-in-italy

Tremila partecipanti a Notte dei maestri del lievito madre

Parma, 29 lug. (Labitalia) - Oltre 3.000 persone presenti, con una media di 25-30 panettoni degustati per ognuno dei 26 pasticceri, per un totale di oltre 7 quintali di panettoni. Sono i numeri della seconda edizione della 'Notte dei Maestri del lievito madre', che quest'anno si è tenuta a Parma, eletta città creativa per la gastronomia Unesco. E' stata una degustazione aperta al pubblico, presentata dal gastronauta Davide Paolini con la partecipazione e l'assaggio dei migliori prodotti artigianali di Maestri di lievitazione e pasticceria, del calibro di Achille Zoia, Gino Fabbri, Salvatore De Riso, Alfonso Pepe e Paolo Sacchetti, che sono stati chiamati dal Maestro Claudio Gatti, della Pasticceria artigianale Tabiano, a Tabiano Terme di Salsomaggiore (Pr), come colleghi autorevoli per questo evento nel territorio parmense che, non a caso, viene soprannominata la Food Valley italiana.

Il progetto è stato abbracciato e supportato dal sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, e dall’assessore alle Attività Produttive, Turismo e Commercio, Cristiano Casa. Claudio Gatti si dice "fiero che la manifestazione sia stata scelta per il secondo anno come tappa del tour del panettone d’estate by Gastronauta lanciato nel 2005, che promuove il consumo del panettone a Ferragosto: la destagionalizzazione del panettone ha avuto successo, a giudicare dal numero delle presenze alla manifestazione e dalla stampa locale, di settore e nazionale presente; ora non resta che portarlo 'sotto l'ombrellone'”.

A scelta unanime dei Maestri del lievito madre è stato premiato dall'azienda Agrimontana, leader nel settore dei canditi, Roberto Cantolacqua, della Pasticceria Mimosa di Tolentino (Mc), che ha intrattenuto gli spettatori con uno showcooking sul palco. Ad affiancare i Maestri nella degustazione sono stati gli allievi del corso superiore di pasticceria di Alma, la Scuola internazionale di cucina italiana, che alla fine della manifestazione ha omaggiato il pubblico con un vasetto contenente proprio il lievito madre. Una breve spiegazione di cos’è, come mantenerlo e qual è la sua origine storica, sono stati apprezzati dal pubblico e ne è stato promosso un utilizzo consapevole.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog