Cerca

lazio/roma

Igi, tra calorie e conservanti sfatare falsi miti gelato

Igi, tra calorie e conservanti sfatare falsi miti gelato

Roma, 22 ago. (Labitalia) - Il gelato made in Italy è un vero e proprio gioiello a cui nessuno deve rinunciare, neanche i più piccoli. Così l’Igi, Istituto del gelato italiano ha messo a punto una campagna di informazione proprio per dare le giuste risposte a coloro che vogliono conoscere a fondo il gelato. Sono ancora tanti i falsi miti intorno a questo prodotto, fiore all’occhiello del made in Italy. Uno su tutti? I conservanti.

A che età si può dare il primo gelato ai bambini? Come si legge l’etichetta nutrizionale? Quante calorie ci sono in un cono o in un ghiacciolo? Chissà quante volte ci si è fatti domande del genere su un alimento che, inutile negarlo, fa gola a tutti!

Secondo un’indagine, è, infatti, emerso che quasi la totalità degli intervistati non è al corrente del fatto che nei gelati industriali non c’è traccia di conservanti, perché è la catena del freddo stessa a mantenerne intatte le proprietà organolettiche e ad impedire la proliferazione di germi.

Per diffondere nel modo giusto questi concetti, l’Igi ha pensato di coinvolgere circa 10.000 pediatri in tutta Italia e di inviare loro la locandina in abbinamento alla rivista scientifica Pediatria. 'Piacere, Gelato' è la campagna di informazione ideata dall’Igi, in collaborazione con la Società italiana di pediatria, per rispondere ai tanti dubbi che ancora gravitano intorno a questo prodotto. Grazie all’apporto di medici nutrizionisti, pediatri ed esperti di settore, è stata prodotta una locandina per raccontare, attraverso un’infografica, quali sono le caratteristiche e i nutrienti del gelato.

Oltre che come si conserva correttamente il prodotto in freezer, quante calorie contiene e in quali momenti della giornata e dell’anno può essere opportunamente consumato. Una campagna ideata per spiegare le caratteristiche nutrizionali di un prodotto tipicamente italiano, sicuro e controllato, come il gelato confezionato.

“Con questa iniziativa -commenta Mario Piccialuti, responsabile dell’Istituto del gelato italiano- vogliamo parlare in particolare ai genitori impegnati nella scelta della migliore alimentazione per i propri figli. Ecco perché abbiamo voluto coinvolgere in primo luogo la Sip, ma anche rendere fruibile a tutti questa locandina mettendola a disposizione, in versione animata, su www.istitutodelgelato.it, il nostro sito, recentemente rinnovato".

"E' uno spazio -spiega- che offre informazioni e consigli nutrizionali, che invita a leggere nuovi articoli, trovare tante curiosità, divertirsi con i video o con il test ‘Dimmi che gelato mangi e ti dirò chi sei’"."Hanno partecipato -ricorda- anche tanti personaggi noti, come l’attore Stefano Fresi o la cantante Tosca, giocando con noi, facendo il test, mettendosi a nudo, parlando di loro, dei gusti preferiti e ricordando il loro primo gelato”.

Il gelato è comunque un alimento amato e consumato da tutti gli italiani. Secondo una rilevazione di Confartigianato, i nostri connazionali spendono circa 1.541 milioni di euro l’anno per i gelati. Per quanto riguarda, i gelati industriali, si è appena chiusa una stagione estremamente positiva: i dati di consumo del 2015 parlano, infatti, di un +6.4% nelle vendite dei gelati industriali, con un incremento di oltre 200.000 porzioni rispetto alla stagione precedente.

In particolare, pare che gli italiani amino consumare il gelato nella tranquillità della propria casa. Il canale IN HOME, infatti, ha registrato un andamento brillante: si parla di +8,5% rispetto al 2014. In totale nel 2015 gli italiani hanno consumato circa 4 kilogrammi di gelati industriali a testa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog