Cerca

made-in-italy

A Rieti 'cuore piccante' si fa solidale con la fiera del peperoncino

A Rieti 'cuore piccante' si fa solidale con la fiera del peperoncino

Rieti, 12 set. (Labitalia) - La sesta edizione della Fiera campionaria del Peperoncino, sospesa lo scorso 24 agosto per i tragici eventi sismici che hanno colpito il Centro Italia, si terrà nel capoluogo sabino da giovedì 15 a domenica 18 settembre sotto nuove vesti. L’organizzazione di Rieti Cuore Piccante ha infatti deciso di trasformare la Fiera in un grande evento di solidarietà, ribattezandolo 'Rieti Cuore Solidale'.

Iniziative di aiuto alle popolazioni terremotate sono andate in scena nel mondo intero e Rieti, profondamente coinvolta per quanto avvenuto, ha valutato con l’Associazione l’opportunità di realizzare un evento che permetterà di ricevere il contributo dei tanti visitatori appassionati di peperoncino.

“Uniremo le forze e le risorse - dichiara Stefano Colantoni, presidente dell’Associazione Peperoncino a Rieti - per far sentire, in modo concreto, tutto il nostro supporto a chi ha subito le conseguenze di questa immane tragedia. Ovviamente, l’intera manifestazione vuole rappresentare un segnale di ripresa del territorio ma anche un’occasione per aiutare chi è stato colpito".

"Proprio per questo - spiega - l’organizzazione ha messo a disposizione alcuni stand commerciali, a titolo gratuito, in favore delle aziende che hanno sede ad Amatrice e Accumoli. E che potranno utilizzare la nostra manifestazione per promuovere e vendere i propri prodotti”.

Inoltre, nella serata di sabato, sarà organizzata una grande degustazione di Amatriciana in piazza. Al costo di 15 euro, i visitatori potranno gustare uno dei più amati piatti al mondo in abbinamento a un calice di vino, il tutto in collaborazione con l’associazione 'Amatriciana qualità italiana'. Una cena solidale il cui ricavato verrà interamente devoluto a progetti specifici a favore dei territori colpiti.

A dimostrazione del desiderio da parte di tutti di offrire un contributo, va segnalato come la gran parte degli espositori ha confermato la propria presenza. Ovviamente, dal programma originale dell’evento sono stati depennati i momenti più ludici, come gli show cooking e gli spettacoli musicali. Tutto il resto - esposizione di 400 varietà di peperoncino, visite al Campo Catalogo, mostre artistiche, convegni, workshop, etc. - resta confermato, con la convinzione che la manifestazione rappresenti una grande occasione di solidarietà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog