Cerca

made-in-italy

Al via Buy Lazio, offerta regionale incontra 69 buyers internazionali

Al via Buy Lazio, offerta regionale incontra 69 buyers internazionali

Roma, 14 set. (Labitalia) - Al via domani la diciannovesima edizione del workshop turistico internazionale Buy Lazio, che si terrà fino al 18 settembre, nella Sala Tempio di Adriano, sede storica della Camera di commercio di Roma. L’iniziativa è promossa e organizzata dall’Unione regionale delle Camere di commercio del Lazio e dalle singole Camere di commercio del Lazio, in collaborazione con l’Enit, la Regione Lazio, tramite l’Agenzia del turismo, e con il coinvolgimento delle associazioni di categoria di settore.

Il Buy Lazio 2016 si conferma come un'opportunità dove il sistema-Lazio potrà essere valorizzato in tutti i suoi punti di forza: dall’attrattività turistica del vasto e ricco patrimonio storico, artistico e culturale, alle risorse naturalistiche e paesaggistiche, dal mare alla montagna, dalle coste ai giardini, dai parchi naturali alle produzioni tipiche enogastronomiche. Partecipano alla XIX edizione 69 buyers, provenienti dai mercati esteri e 108 sellers del Lazio accreditati.

Venerdì 16 settembre si svolgerà la giornata degli incontri BtoB tra buyer e seller gestiti attraverso la piattaforma telematica di agenda on-line, con già 1.400 appuntamenti fissati tra buyer e seller. Al termine del workshop seguiranno due giornate, sabato 17 e domenica 18, dedicate ai tour nelle province del Lazio, per far conoscere ai buyer le numerose e variegate ricchezze del nostro territorio. Gli itinerari predisposti per il Buy Lazio, oltre a offrire l’opportunità ai buyer di apprezzare le bellezze della regione, costituiscono un patrimonio strategico per promuovere e accogliere i turisti nel Lazio.

La diciannovesima edizione del Buy Lazio fa registrare, quindi, la presenza di 24 mercati esteri per un totale di 69 buyer partecipanti. La mappa geografica di provenienza dei buyer si configura con la seguente ripartizione: Austria 1, Belgio 1, Danimarca 2, Estonia 1, Finlandia 1, Francia 4, Germania 8, Lettonia 2, Lituania 2, Messico 3, Norvegia 5, Paesi Bassi 2, Polonia 2, Regno Unito 6, Rep. Ceca 4, Russia 6, Slovacchia 2, Slovenia 2, Spagna 4, Svezia 2, Svizzera 1, Ucraina 3, Ungheria 2, Usa 3.

I Buyer destination specialist (repeater), che hanno già preso parte ad edizioni precedenti, e che hanno consolidato i rapporti con l’offerta del territorio, rappresentano il 25% dei partecipanti, mentre l’elevato numero di nuovi partecipanti (pari al 75% dei buyer invitati) testimonia che sono sempre di più i nuovi operatori interessati ad avviare e potenziare la programmazione turistica nel Lazio. I prodotti turistici richiesti dai buyer partecipanti al Buy Lazio 2016, in ordine di preferenza, sono: città d’arte (22%), mare (18%), enogastronomia (17%), ambiente-natura-parchi (15%), religioso (15%), wellness/Spa (7%), sportivo (4%), congressuale (3%).

All’interno del prodotto turistico, i buyer hanno espresso delle preferenze sull’offerta dei seller che possono essere così sintetizzate: hotel 4 stelle (15%), castelli, ville e dimore storiche (13%), hotel 3 stelle (12%), tour operator incoming (10%), hotel 5 stelle (10%), appartamenti/case vacanza (8%), agriturismi (8%). Seguono le voci trasporti (8%), Dmc/Pco (6%), bus operator (6%), camping (5%) e centri conferenze (1%).

Sul fronte seller, l’offerta turistica del Lazio, in questa edizione, è rappresentata da 108 aziende, con una proposta che riesce a presentare l’intero volto turistico della regione attraverso prodotti turistici personalizzati e rispondenti alle caratteristiche delle singole realtà provinciali. I territori del Lazio presentano tematiche innovative e prodotti 'forti' grazie alla presenza di qualificati operatori, così suddivisi: Roma e provincia (63%), Viterbo (17%), Rieti (8%), Latina (7%), Frosinone (5%).

I prodotti turistici rappresentati dai seller sono così articolati: enogastronomia (35%), città d’arte (22%), ambiente-natura-parchi (13%), turismo congressuale (11%), mare (9%), sport (6%), wellness/Spa (2%) e turismo religioso (2%). Il Buy Lazio rappresenta un appuntamento irrinunciabile per il 70% dei seller iscritti e, allo stesso tempo, una nuova opportunità per il 30% di imprese che per la prima volta parteciperanno alla manifestazione in questa edizione.

Questa la tipologia delle imprese laziali partecipanti in ordine di categoria: tour operator (29%), hotel 4 stelle (19%), agriturismi (8%), Dmc (8%), servizi turistici (7%), associazioni (6%), B&B (6%), hotel 3 stelle (3%), appartamenti/case vacanze (3%), consorzi (2%), trasporti (2%), camping (2%), castelli e dimore storiche (2%), catene di hotel (2%), ristoranti (1%), congressuale (1%).

Il workshop turistico internazionale Buy Lazio è la più grande e storica vetrina dell’offerta turistica del Lazio, che permette di attivare politiche di destagionalizzazione, di offrire prodotti specifici e di nicchia, caratteristici di un territorio che è in grado di soddisfare le esigenze dei turisti di tutto il mondo e di tutte le tipologie. Un modello d’eccellenza per lo sviluppo economico della regione che ha per protagonista il sistema imprenditoriale turistico romano e laziale.

E per celebrare l’Anno Giubilare della Misericordia, il workshop Buy Lazio vedrà al suo interno anche una sezione dedicata al Progetto speciale per il Giubileo 'I Cammini del Lazio', promosso dal Sistema delle Camere di commercio del Lazio, per offrire una prospettiva ulteriore di conoscenza della regione attraverso l’antica e sapiente formula del viaggiare camminando. Obiettivo principale dell’iniziativa regionale è promuovere la conoscenza dei luoghi in una visione di sviluppo del sistema turistico basato sulla fruizione sostenibile del territorio, per dar risalto alle numerose eccellenze storiche, artistiche, architettoniche, paesaggistiche enogastronomiche di cui il Lazio è ricchissimo.

In particolare, il Progetto speciale si è focalizzato sui 'Cammini di Fede' che da secoli i pellegrini di tutta Europa e Oriente percorrono per giungere a Roma attraversando il Lazio. I cinque Cammini interessati dal Progetto Speciale Giubileo realizzato dal sistema camerale laziale sono: il Cammino di San Benedetto da Montecassino a Roma; i Cammini della Valle Santa da Rieti a Roma; la Francigena della Tuscia da Proceno a Roma; la Francigena del Sud da Montecassino a Roma; la Francigena del Sud da Priverno-Fossanova a Roma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog