Cerca

campania/napoli

A Napoli si raccontano le vigne metropolitane

A Napoli si raccontano le vigne metropolitane

Napoli, 23 set. (Labitalia) - Napoli celebra il vino e i suoi vigneti. Prende il via, oggi, il primo Festival delle vigne metropolitane. Tre giorni di appuntamenti sul territorio per conoscere un patrimonio unico e scoprire tutti gli aspetti di questa realtà, a molti sconosciuta, attraverso visite guidate, workshop, spettacoli e degustazioni in vari punti della città, come Chiaiano, San Martino, Posillipo e Agnano. Il Festival nasce dalle sinergie di Ravello Creative Lab Srl, Associazione italiana sommelier Napoli, e associazione Campi Flegrei a Tavola, organizzatrice dell’evento-progetto Malazè, una delle migliori best practice della Campania per quanto riguarda il food & wine.

Partecipano al Festival cantine, produttori, imprese, associazioni, enti e istituzioni come l’Istituto professionale per i servizi enogastronomici e l’ospitalità alberghiera ‘Rossini’. Il territorio della città di Napoli, peraltro, ha caratteristiche vitivinicole particolari: è la seconda area metropolitana europea per numero di ettari destinati a vigneto e in più, con la sua provincia, Vesuvio e Campi Flegrei, è una delle poche aree al mondo che conserva la coltivazione a piede franco. E la maggior parte di questi vigneti si trova in contesti che rappresentano un vero e proprio unicum nel panorama enologico mondiale.

Il Festival delle vigne metropolitane è un’occasione per far conoscere a esperti, appassionati, cittadini e turisti questa particolare viticoltura, che si può definire ‘eroica’, considerati alcuni dei luoghi in cui viene vissuta quotidianamente: scoscesi pendii dove la storia ha fermato il suo tempo. Un progetto che si propone di diventare volano economico e grande attrattore turistico per la città, così come già avviene per Vienna, Parigi e Torino, che hanno saputo valorizzare le vigne metropolitane come risorsa territoriale. La prima edizione del Festival sarà suggellata da Poste Italiane con uno speciale annullo filatelico che verrà apposto sulle cartoline realizzate per l’occasione durante la giornata conclusiva della manifestazione che si svolgerà domenica 25 settembre. Verrà poi presentata la versione beta della mappa delle vigne metropolitane di Napoli: un primo passo per realizzare un’infrastruttura digitale a supporto della conoscenza e della divulgazione per il grande pubblico.

Denso di appuntamenti il programma. Si parte oggi, venerdì 23 settembre, alle 17,30, a Chiaiano, con la presentazione a Selva Lacandona - Fondo ‘Amato Lamberti’ e la tavola rotonda ‘Esperienze a confronto: vigna storica San Martino, vigna di Salita Scudillo, vigna Selva Lacandona’. Fra io partecipanti Enrico Panini, assessore al Lavoro e alle Attività Produttive del Comune di Napoli. Segue alle ore 18,30 la visita al vigneto Selva Lacandona e degustazione a cura di Associazione italiana sommelier Napoli in collaborazione con Cooperativa Sociale (R)esistenza. Alle 19,30 lo spettacolo musicale ‘Black in the Selva’, per parlare di rinascita e riappropriazione dell’identità e del futuro in un luogo solo recentemente sottratto alla camorra e restituito alla città.

Domani, sabato 24 settembre, è la volta delle colline di Napoli: Vomero e Posillipo, a partire dalle 10, per il trekking nei sentieri della Vigna di San Martino e nell’antica campagna della Certosa, con narrazioni teatralizzate e semina nei campi e a seguire l’Aperiagricolo con l’associazione Piedi per la Terra. Alle 11,30 visita guidata ai Sotterranei Gotici della Certosa di San Martino e ai giardini e alle 16 ‘Wine and Vespa’ dedicato a ‘Posillipo e i vigneti di Santo Strato’ per arrivare alle 17 alla visita guidata del Parco Archeologico del Pausilypon in collaborazione con Csi Gaiola; al termine recital teatralizzato ‘Elementare’, con Francesco Di Bella, Gianni Valentino, Angelo Petrella e Dario Sansone. Conclude la giornata, alle 17,30, la visita ai vigneti di Santo Strato: trekking lungo i quattro ettari del vigneto dell’Azienda agricola Varriale per scoprire una delle vigne più antiche e panoramiche della città.

Domenica 25 settembre il Festival delle vigne metropolitane si conclude alle Terme di Agnano, con il seminario, a partire dalle 10, ‘Le vigne metropolitane, opportunità e sviluppo’. Segue eno-trekking alle Cantine degli Astroni e nel pomeriggio, dalle 17 alle 21, il primo Salone dei vini da vigne metropolitane, con degustazione a banchi d’assaggio con le aziende del territorio e alle 18 il seminario ‘Il piede franco’.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog