Cerca

made-in-italy

Al Cersaie Bologna ‘cromomaterioteca’ di Oikos unisce colore e materia

Al Cersaie Bologna ‘cromomaterioteca’ di Oikos unisce colore e materia

Bologna, 26 set. (Labitalia) - Oikos, azienda italiana specializzata nella produzione di ecosoluzioni cromomateriche per il benessere negli ambienti coniuga tradizione e innovazione eco per il benessere dell’abitare e presenta al Cersaie 2016 - Salone internazionale della ceramica per l'edilizia e l'arredobagno - il suo ultimo progetto: la CromoMaterioteca, un punto d’incontro dove il colore e la materia si uniscono; un ambiente liquido, non definito e non chiuso, dove mondo fisico e mondo virtuale si uniscono dando vita a un nuovo immaginario che mostra le infinite possibilità di materia e di colore diventando un’esperienza multi-sensoriale e dove l’unico limite possibile è l’immaginazione.

Un Punto di incontro a Km zero pensato per condividere con gli operatori coinvolti nel processo di scelta dei prodotti finiti - come designer, architetti, applicatori, aziende e privati - la filosofia del benessere negli ambienti grazie alle ecosoluzioni cromomateriche di Oikos. Con l’aiuto della tecnologia web e della realtà virtuale, la cromomaterioteca consente di entrare nell’universo Oikos per esplorare nuove soluzioni; per viaggiare dal rivenditore all’azienda, per assaporare valori e peculiarità senza spostarsi dal punto vendita.  

Oikos porta avanti da più di 30 anni una ricerca orientata alla continua scoperta di nuove possibilità per il mondo dell’architettura, focalizzandosi sul riuso e sul basso impatto ambientale di ogni singola materia, dalla fase produttiva a quella applicativa. L’obiettivo è il benessere della persona e del luogo in cui vive. Estetica, qualità, benessere e innovazione sostenibile sono le parole chiave di Oikos, che al Cersaie presenterà le sue ecosoluzioni attraverso un percorso di forte impatto emozionale tra convivialità e sperimentazione.

Il gruppo Oikos si caratterizza per una forte sensibilità verso una cultura sostenibile e, proponendo soluzioni personalizzate per ogni superficie interna ed esterna, al Cersaie 2016 diventa la nuova cifra stilistica per la ceramica. Un insieme di materie e superfici che diventano un tutt’uno stilistico con la ceramica, sottolineando sempre di più il connubio e la complementarietà con i diversi materiali in scena al Cersaie. Oikos è stata scelta da due importanti protagonisti della manifestazione: Simas e il Gruppo Ricchetti per la sua capacità di creare una sintesi perfetta tra colore e materia.

Al salone della ceramica espone 1500 metri quadrati di superficie interamente rivestiti con le ecosoluzioni Oikos per il Gruppo Ricchetti: effetti materici e cromie differenti per valorizzare l’abbinamento con i prodotti e identificare in maniera forte i caratteri dei vari brand che compongono il gruppo. Questo è un anno importante per Ricchetti che si rilancia con un nuovo direttore artistico, Massimo Iosa Ghini, e con due nuovissime collezioni innovative, e che ha scelto Oikos come partner strategico per la realizzazione del suo stand.

Tanti i punti in comune anche tra Oikos e Simas, ceramica sanitaria dal 1955: entrambe 100% made in Italy; con una consolidata storia produttiva e votate alla sostenibilità ambientale e alla responsabilità sociale, nell’ottica di accrescere il benessere delle persone. Per la prima volta insieme, a Cersaie 2016 mostrano una perfetta sintonia d’intenti fra due aziende nella ricerca e nell’esaltazione della qualità del materiale e del colore all’interno degli ambienti sia privati sia pubblici. Per le pareti che accolgono le nuove collezioni Simas è stata scelta la ecosoluzione cromomaterica a smalto murale: estetica e prestazione tecnica nel massimo rispetto per l’ambiente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog