Cerca

made-in-italy

In viaggio multisensoriale fra luoghi del gusto all'Artigiano in Fiera'

In viaggio multisensoriale fra luoghi del gusto all'Artigiano in Fiera'

Milano, 11 nov. (Labitalia) - Sarà anche un viaggio multisensoriale che coinvolgerà olfatto e gusto, grazie agli stand enogastronomici e alle proposte della ristorazione da tutto il mondo, 'L’Artigiano in Fiera', il villaggio globale delle arti e dei mestieri del mondo che torna a Milano dal 3 all’11 dicembre. Nel polo fieristico di Rho-Pero, andrà in scena la ventunesima edizione: un percorso lungo nove giorni che, dalle 10 alle 22,30, si snoderà fra i padiglioni dedicati all’Italia, all’Europa, all’Africa, all’Asia e alle Americhe e le loro meraviglie dell’artigianato.

In un clima di festa, migliaia di espositori metteranno in mostra opere uniche, autentiche e originali, fatte interamente a mano. E basterà sedersi in uno dei 40 ristoranti e 22 'piazze e luoghi del gusto' per percepire profumi, odori e sapori di Paesi esotici o dei vicoli dei borghi più caratteristici dell’Italia.

In un solo giorno, sarà possibile gustare delizie casalinghe, vero orgoglio della cucina italiana, accanto a piatti della tradizione europea ed extraeuropea, che trasmettono millenni di tradizioni culinarie. Ma non è tutto: 'L'Artigiano in Fiera' presenta numerose proposte anche per tutti coloro che, per scelta o necessità, vogliono mangiare piatti vegetariani, vegani o senza glutine.

Chi ama la buona tavola, per la prima volta, potrà partecipare alle 'Scuole di cucina', vera novità di quest’anno. I cuochi de territori - veri custodi di ricette tramandate di generazione in generazione - terranno delle lezioni dimostrative e spiegheranno la preparazione delle specialità tipiche.

Corsi gratuiti e senza iscrizione (già consultabili sul sito www.artigianoinfiera.it) per imparare a preparare a casa una delle tante pietanze assaggiate in fiera: dai maestri dell’Accademia del pizzocchero, che mostreranno come cucinare la pasta fresca valtellinese, sino alla preparazione del mojito, tipico cocktail cubano passando per i segreti dell’arte del taglio del jamon iberico.

Così, 'Artigiano in Fiera' esalta, regione per regione, i gioielli del patrimonio enogastronomico italiano, dal Piemonte alla Sicilia passando per Lazio, Toscana e Liguria. Piatti a base di materie prime di altissima qualità, Docg e Dop, preparati al momento: come le autentiche orecchiette pugliesi condite con ragù di suino di Faeto, i classici pansoti al sugo di noci della Liguria, oppure la migliore carne di chianina toscana.

Per uno spuntino o per un pranzo completo, dall’antipasto al dolce, sedersi a tavola sarà una festa per il palato ma, soprattutto, un modo per avvicinarsi alla cultura di un popolo e comprenderne appieno i suoi ritmi e il suo folklore.

Un’unica grande tavola piena di sapori speziati ed esotici: come il churrasco, la succosa carne di Angus da 300 grammi e la paella alla marinera, piatto tipico sudamericano della cultura ispanoamericana a base di pesce fresco. Oppure, per chi ama i sapori decisi, un panino farcito con la carne di coccodrillo australiana o il rendang daging indonesiano, teneri bocconcini di manzo in polpa di cocco e peperoncino.

Altra grande novità di della rassegna sono le esibizioni live dei grandi maestri pasticceri italiani. Tra questi, spicca la presenza di Mirco Della Vecchia, il cioccolatiere che detiene il maggior numero di Guinness mondiali grazie alle sue scenografiche sculture golose fatte di cioccolato. Della Vecchia, nel 2013, insieme a 20 studenti dell'Accademia Maestri cioccolatieri italiani, ha donato a Papa Francesco una statua di cioccolato a sua immagine alta due metri. Sarà ogni giorno in fiera con dimostrazioni gratuite in cui svelerà tutti i segreti dell’arte del cacao.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog