Cerca

Pisapia

L'assessore alla Cultura compra lo spot sul Corsera ma non sa l'italiano

Brutta figura per il Pd Majorino, collaboratore del sindaco di Milano: poche righe e strafalcioni imbarazzanti

L'assessore alla Cultura compra lo spot sul Corsera ma non sa l'italiano

Compri uno spazio per presentare un libro in prima sul  Corriere e scrivi cinque righe sgrammaticate: «e»  con apostrofo e non con accento, «in collaborazione degli uffici» (non con gli uffici) dell’assessore milanese alla Cultura (sic!) Pierfrancesco  Majorino del Pd. È proprio vero: «Niente e’ come sembra», nemmeno l’italiano.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianko

    16 Novembre 2012 - 14:02

    i terry non hanno ancora capito (e meno male che si credono più intelligenti e istruiti dei padani) che a Milano i milanesi doc (come me) saranno max il 10%; quindi quando vomitano insulti contro i meneghini, per il 90% in realtà sono rivolti agli immigrati (in massima parte terry)

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    18 Ottobre 2012 - 09:09

    a furia di frequentare la crema extracomunitaria e rom... Giunta da farci il sapone.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    17 Ottobre 2012 - 16:04

    Io continuo a scrivere, ma Libero -che dovrebbe essere di dx- mi censura spesso, mentre i sinistri li pubblica tutti. Non lo trovi sospetto?

    Report

    Rispondi

  • teiko

    17 Ottobre 2012 - 15:03

    Majorino non è assessore alla Cultura ma alla Cultura della salute. Se lui non sa scrivere, chi ha scritto l'articolo non sa leggere.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog