Cerca

Braccio di ferro

Regione Lombardia, Berlusconi: "Resterà al Pdl, non potrà andare alla Lega"

Anticipazione del libro di Vespa, il Cavaliere avverte: "Il Carroccio ha già due regioni importanti, il Popolo della Libertà non può rinunciarci"
Berlusconi e Maroni

Berlusconi e Maroni

"Non possiamo lasciare la Lombardia alla Lega". Silvio Berlusconi dichiara guerra a Bobo Maroni e lo fa partendo dalla poltrona che fino a poche settimane fa è stata del governatore Roberto Formigoni. Dopo lo scandalo dell'arresto per 'ndrangheta dell'assessore alla Casa Domenico Zambetti, che ha causato la crisi irreversibile della maggioranza e la caduta della giunta al Pirellone, la Lega aveva messo in chiaro le proprie ambizioni, con tanto di primarie e candidatura ufficiale del segretario Maroni al ruolo di governatore. Una partita tutta da giocare, a conferma che i rapporti tra Lega e Pdl sono tutt'altro che tranquilli. In un colloquio con Bruno Vespa per il libro Il Palazzo e la Piazza. Crisi, consenso e potere da Mussolini a Beppe Grillo, in uscita per Mondadori Rai Eri giovedì 8 novembre e di cui fornisce alcune anticipazioni, Berlusconi ha confessato di non voler lasciare il governo di una regione cruciale come la Lombardia. Chiede Vespa: "Dopo il Piemonte e il Veneto, lei sarebbe propenso a lasciare alla Lega anche la Lombardia?". "Deciderà l'ufficio di presidenza del nostro movimento ma escludo che si arrivi a una scelta del genere. La Lega ha già la presidenza di due regioni importantissime (Piemonte e Veneto, ndr). E' impossibile che il Popolo della Libertà possa rinunciare anche alla Lombardia". "Tuttavia - replica il giornalista -, state immaginando una legge elettorale che salvi la Lega dalla tagliola del quorum". "C'è l'ipotesi che la soglia del 5% non valga per i partiti che, in almeno tre regioni, superino il 15 per cento".

La chiave Albertini - Si ripartirà da queste basi, ma più che una ricerca di intesa quello tra Pdl e Lega rischia di diventare un braccio di ferro. A meno che il nome dell'ex sindaco di Milano Gabriele Albertini, equivicino a Pdl e Lega, non riesca nel miracolo di mettere d'accordo i litiganti. Difficile, quasi impossibile, perché pochi minuti dopo l'agenzia con le parole di Berlusconi il segretario federale lombardo del Carroccio Matteo Salvini precisa: la Lega Nord non appoggerà la candidatura di Albertini alla presidenza della Regione Lombardia. "Il primo sponsor di Albertini - attacca Salvini - sono Formigoni e Comunione e liberazione. Se la Lombardia, pur ben amministrata, ha bisogno di un cambiamento, il cambiamento non è Formigoni: Formigoni e Albertini sono il vecchio". Ed è proprio Formigoni che con un tweet non ci sta e rimette in corsa Albertini per il Pdl. "Il Pdl sarà unito in Lombardia. Albertini è il candidato e con lui si vince". Dunque il govenatore uscente continua a sostenere nonostante il no del Carroccio l'ex sindaco di Milano per una candidatura alle regionali. E far salire ulteriormente la temperatura ci ha pensato anche Maroni che su facebook, riprendendo anche le parole di Marco Reguzzoni ha scritto :  "I nostri ideali non sono in vendita,  e alla fine ride bene chi ride ultimo. Berlusconi sbaglia perchè ne fa una questione di poltrone e non di ideali".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allerria

    04 Novembre 2012 - 19:07

    compagni ricandidate penati che ci sa fare,ricordate era l'alternativa democratica al celeste.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    04 Novembre 2012 - 12:12

    I voti.... i voti.... capisce la parola B ? chi te lo dà più il voto ? vattene in pensione !!

    Report

    Rispondi

  • feltroni ve le suona ancora

    03 Novembre 2012 - 19:07

    In Lombardia il Pdl non vince più. Avete finito di rubare, a casa...

    Report

    Rispondi

  • Chry

    03 Novembre 2012 - 19:07

    Berlusconi come al solita parla, il volto tumefatto dagli schiaffi che sta prendendo dagli elettori, sogna Silvio ancora è l'unica cosa che ti rimane da fare.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog