Cerca

Fino al 6 gennaio

Rapetti Mogol e Voulaz, installazione al Castello Sforzesco

Nelle Sale delle Rocchette la mostra Homo Faber e l'installazione dei due artisti: come mettere in relazione antichità, contemporaneità e artigianato

Rapetti Mogol e Voulaz, installazione al Castello Sforzesco

Fino al 6 gennaio alle Sale della Rocchetta del Castello Sforzesco di Milano va in scena Homo Faber - Il ritorno del fare nell'arte contemporanea con l'installazione Dialogo sulla condizione umana (acrilico su tela più camicia cotone e acrilico) firmata da Alfredo Rapetti Mogol e Walter Voulaz. La mostra Homo Faber mette in relazione il presente con il passato e sottolinea il legame concettuale e formale che si istituisce fra le opere permanenti, realizzate a partire dal Medioevo, e i linguaggi dell'arte contemporanea. All'interno della galleria degli strumenti musicali nelle sale della Rocchetta, Rapetti Mogol presenta un'opera che, in linea con la sua ricerca artistica, associa pittura testo e musica. Per la realizzazione si è avvalso della collaborazione dello stilista Voulaz, maestro artigiano della camicia.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog