Cerca

Inchiesta per corruzione

Lombardia, altra bufera sulla Sanità: indagati direttore generale e senatore Pdl

Perquisizioni nell'abitazione di Carlo Lucchina, coinvolto anche l'onorevole Antonio Tomassini. Il sospetto dei pm: convenzioni "allegre" alle cliniche private

Lombardia, altra bufera sulla Sanità: indagati direttore generale e senatore Pdl

Antonio Tomassini, presidente della commissione Sanità del Senato

 

Nuova bufera sulla sanità della Regione Lombardia. La Guardia di Finanza ha effettuato perquisizioni nelle abitazioni di alcuni esponenti di spicco della politica regionale e non solo: tra gli indagati, con reati ipotizzati di concussione e corruzione, ci sono anche il direttore generale Sanità della Lombardia Carlo Lucchina e il presidente della Commissione Sanità del Senato Antonio Tomassini del Pdl. L'indagine riguarda le convenzioni concesse dalla Regione ad alcune cliniche private ed ha preso piede dal fallimento del gruppo varesino dei fratelli Polita e in particolare l'acquisto della clinica privata "La Quiete". 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    19 Dicembre 2012 - 10:10

    Trota, lo sai che sono con te, però non scrivere m....ate, per favore: resta nei limiti di una discussione civile e democratica. Lascia queste st....ate ai maldestri

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    19 Dicembre 2012 - 10:10

    dicevi, Cianno?

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    18 Dicembre 2012 - 21:09

    Ancora dei fottutissimi Pdellini coinvolti in malaffare?! Cosa aspettiamo a scendere in piazza in rivolta, con mezzo cattivi e sanguinari?! Vogliamo attendere che spetti loro qualche pena pecuniaria, di cui se ne sbattono visto i soldi che hanno rubato? Vanno ABBATTUTI, in malo modo. Colpirne uno per educarne 100 !!!

    Report

    Rispondi

  • eovero

    18 Dicembre 2012 - 19:07

    le regioni con i conti a posto, o meglio governate sono sotto tiro tutti i giorni dalla finanza e dai PM...ma quelle che spendono il doppio con servizi peggiori chi le controlla?? mandiamo la Merkel a controllare? di solito chi spende di più ruba anche di più o no?!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog