Cerca

La struttura

Berlusconi, l'Istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone dove Silvio sconterà la pena

Berlusconi, l'Istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone dove Silvio sconterà la pena

Il Tribunale di sorveglianza Milano ha deciso: Silvio Berlusconi è stato affidato in prova ai servizi sociali. La struttura dove sconterà la sua condanna, 3 anni poi condonati a 9 mesi, è l'Istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone (Mi). Qui, il Cav dovrà lavorare almeno una volta alla settimana per 4 ore consecutive.  Il centro si occupa di persone con gravi disabilità e anziani non autosufficienti: "Silvio Berlusconi svolgerà l’attività socialmente utile di volontariato con impegno di una volta a settimana - si legge nella nota diffusa dal presidente del tribunale di sorveglianza di Milano Pasquale Nobile De Santise - e per un tempo non inferiore a 4 ore consecutive, secondo le modalità che verranno concordate con l’Uepe". - Il leader di Forza Italia potrà andare a Roma da martedì al giovedì: niente comizi o campagna elettorale nel weekend. Inoltre, dovrà rientrare in casa, ad Arcore, entro le 23. 

 Guarda le immagini della struttura Sacra Famiglia

La Fondazione Istituto Sacra Famiglia Onlus, situata nel milanese a Cesano Boscone, offre servizi accreditati di assistenza e riabilitazione rivolti a persone con disabilità psicofisiche e ad anziani non autosufficienti. Nel 1896, fu fondata dal parroco Don Domenico Pogliani, di cui è attualmente in corso la causa per il processo di beatificazione. Ogni giorno, 2000 utenti ricevono l'aiuto dei dipendenti e dei volontari della struttura. Oltre a quella lombarda, l'associazione ha sede anche in Piemonte e in Liguria. Il presidente del centro Don Vincenzo Barbate, il direttore generale è Paolo Pigni. Dalla Sacra Famiglia per ora non commentano: raggiunte telefonicamente da Libero, le segreterie preferiscono affidarsi ad un imminente comunicato.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alkhuwarizmi

    15 Aprile 2014 - 18:06

    Occorre essere realisti. Quattro ore (almeno) alla settimana nella struttura indicata non sono un purgatorio insopportabile. Per tre giorni può andare a Roma, che non è una piccola concessione alla libertà di movimento. Il divieto di comizi etc. era scontato. FI ha l'occasione per dimostrare che non di solo Berlusconi vive la destra.

    Report

    Rispondi

    • m.todisco

      23 Aprile 2014 - 12:12

      Io che a Cesano ci abito, posso assicurare che per noi sarà un fatto sicuramente positivo, senza dubbio, ma per Berlusconi la condanna é estremamente inadeguata...

      Report

      Rispondi

blog