Cerca

La struttura

Berlusconi, l'Istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone dove Silvio sconterà la pena

2
Berlusconi, l'Istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone dove Silvio sconterà la pena

Il Tribunale di sorveglianza Milano ha deciso: Silvio Berlusconi è stato affidato in prova ai servizi sociali. La struttura dove sconterà la sua condanna, 3 anni poi condonati a 9 mesi, è l'Istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone (Mi). Qui, il Cav dovrà lavorare almeno una volta alla settimana per 4 ore consecutive.  Il centro si occupa di persone con gravi disabilità e anziani non autosufficienti: "Silvio Berlusconi svolgerà l’attività socialmente utile di volontariato con impegno di una volta a settimana - si legge nella nota diffusa dal presidente del tribunale di sorveglianza di Milano Pasquale Nobile De Santise - e per un tempo non inferiore a 4 ore consecutive, secondo le modalità che verranno concordate con l’Uepe". - Il leader di Forza Italia potrà andare a Roma da martedì al giovedì: niente comizi o campagna elettorale nel weekend. Inoltre, dovrà rientrare in casa, ad Arcore, entro le 23. 

 Guarda le immagini della struttura Sacra Famiglia

La Fondazione Istituto Sacra Famiglia Onlus, situata nel milanese a Cesano Boscone, offre servizi accreditati di assistenza e riabilitazione rivolti a persone con disabilità psicofisiche e ad anziani non autosufficienti. Nel 1896, fu fondata dal parroco Don Domenico Pogliani, di cui è attualmente in corso la causa per il processo di beatificazione. Ogni giorno, 2000 utenti ricevono l'aiuto dei dipendenti e dei volontari della struttura. Oltre a quella lombarda, l'associazione ha sede anche in Piemonte e in Liguria. Il presidente del centro Don Vincenzo Barbate, il direttore generale è Paolo Pigni. Dalla Sacra Famiglia per ora non commentano: raggiunte telefonicamente da Libero, le segreterie preferiscono affidarsi ad un imminente comunicato.

 

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alkhuwarizmi

    15 Aprile 2014 - 18:06

    Occorre essere realisti. Quattro ore (almeno) alla settimana nella struttura indicata non sono un purgatorio insopportabile. Per tre giorni può andare a Roma, che non è una piccola concessione alla libertà di movimento. Il divieto di comizi etc. era scontato. FI ha l'occasione per dimostrare che non di solo Berlusconi vive la destra.

    Report

    Rispondi

    • m.todisco

      23 Aprile 2014 - 12:12

      Io che a Cesano ci abito, posso assicurare che per noi sarà un fatto sicuramente positivo, senza dubbio, ma per Berlusconi la condanna é estremamente inadeguata...

      Report

      Rispondi

media