Cerca

Tra Cinisello e Sesto

Milano, incubo del nuovo Kabobo: tre accoltellati in strada, un morto e due feriti

Milano, incubo del nuovo Kabobo: tre accoltellati in strada, un morto e due feriti

Panico per le strade di Milano nord: un morto e due feriti gravi, tutti e tre colpiti da arma da taglio. Un uomo, Davide Frigatti, 34enne grafico pubblicitario, è stato arrestato. Non ancora chiare le motivazioni del gesto, secondo gli inquirenti le vittime sarebbero state scelte a caso. Attorno alle 14 e 30 nel Parco Nord di Cinisello Balsamo è stato trovato un uomo, Dario D. del ’46 , ferito da una coltellata e ricoverato in codice rosso all'ospedale di Niguarda. Circa un'ora dopo, nella vicina Sesto San Giovanni, in via Gramsci, è stato soccorso un altro italiano, Francesco F., del '59, titolare di un distributore di benzina Shell, anche lui ferito da arma da taglio, e ricoverato in codice rosso all'ospedale San Gerardo di Monza. All'interno di una autorimessa di via de Amicis, ancora a Cinisello, è stato invece trovato il terzo accoltellato, Franco Mercadante di 52 anni, morto pochi minuti dopo il suo arrivo sempre al Niguarda di Milano. Il Corriere.it ha pubblicato un video in esclusiva dell'uomo, prima del fermo: girava nudo e insanguinato gridando "Sono libero".

 

 

Come Kabobo - Come detto, sembra che i tre siano stati colpiti a caso, senza cioè un motivo preciso. L'arma da taglio è comunque la stessa e tra le tre vittime non sembra ci sia alcun legame. Il caso ricorda quello di Adam Kabobo, il ghanese armato di piccone che uccise a maggio 2013 tre passanti proprio nella zona Niguarda. L'uomo sotto fermo, girava seminudo e con le mani sporche di sangue nel Parco Nord di Milano ed è stato fermato dagli uomini della Scientifica poco distante i luoghi delle aggressioni. L'uomo, italiano di 34 anni, si trova in stato di fermo nei locali della Questura di Milano e manifesta evidenti segnali di squilibrio mentale, pronunciando frasi senza senso

 



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 222 a.C.

    18 Giugno 2014 - 08:08

    "Un uomo è stato arrestato...." Un uomo... quindi non era ghanese, non era un Rom, neppure marocchino...forse Albanese? eritreo? un uomo.... allora i ghanesi, Rom, marocchini, eritrei, africani in genere non sono uomini? No ...non mi dite che era italiano....

    Report

    Rispondi

  • andresboli

    18 Giugno 2014 - 08:08

    cosa centra la foto di kabobo, sembra che sia lui ad aver fatto la nuova strage, questa volta è stato un italiano.

    Report

    Rispondi

  • umberto2312

    18 Giugno 2014 - 07:07

    E adesso aspettiamo il "raptus" del magistrato di turno.

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    18 Giugno 2014 - 06:06

    Vari presidenti della repubblica hanno affermato che gli immigrati sono una risorsa per l'Italia. Mi piacerebbe sapere se sarebbero della stessa idea se fossero stati loro, o i loro cari, le vittime di queste aggressioni. La stessa cosa è dedicata a tutti i sinistri che tanto hanno a cuore immigrati e clandestini, che rendono sempre sempre più invivibile questo nostro disgraziato Paese.

    Report

    Rispondi

    • cippirimerlo

      18 Giugno 2014 - 09:09

      Ehm, non so come dirtelo senza minare le tue certezze xenofobe, ma l'omicida, in questo caso, è italiano.

      Report

      Rispondi

      • alkhuwarizmi

        18 Giugno 2014 - 13:01

        Precisazione doverosa: Il commento si riferiva alla discutibile sentenza relativa a tale Kabobo, ma involontariamente è stato inserito (distrazione evitabile, beninteso) nel box riservato al titolo principale dell'articolo, da cui risulta indiscutibile che l'omicida è un italiano. Un errore che giustamente ha suscitato la reazione di un lettore. Mi scuso con Libero e con i lettori più attenti .

        Report

        Rispondi

Mostra più commenti

blog