Cerca

Appello regionale bipartisan

Lombardia, "Targhiamo le bici": nuova proposta per la sicurezza stradale

Lombardia, "Targhiamo le bici": nuova proposta per la sicurezza stradale

E' un appello bipartisan quello di targare le biciclette in tutta la Lombardia per rendere le strade più sicure e come deterrente per i ladri. L'idea è possibile secondo Maria Teresa Baldini, consigliere regionale Gruppo Misto e coordinatrice Popolari per l’Italia Regione Lombardia, che ha presentato una mozione in proposito presso gli uffici di Palazzo Pirelli. Hanno firmato l'atto anche i consiglieri Riccardo De Corato, per Fratelli d’Italia e Carlo Borghetti del Partito Democratico.Il consigliere Baldini ci tiene, infatti, a ricordare che "la bicicletta rientra a tutti gli effetti tra i veicoli e pertanto la sua circolazione è soggetto alle norme del codice stradale". 

L'appello bipartisan - La mozione, chiarisce la Bladini, sottolinea i dati allarmanti dei furti di biciclette in Lombardia: nella sola città di Milano se ne contano 30 al giorno. Inolre l'appello considera l'alto numero di incidenti stradali, infrazioni e attività criminose, quali scippi, che vedono protagonisti i ciclisti. "Il documento", si legge nella nota "si muove quindi in due direzioni: tutelare i ciclisti modello e trattare quelli che infrangono il codice delle strada alla stregua dei conducenti di altri veicoli a motore". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mariopado

    19 Dicembre 2014 - 03:03

    Nel nostro paese non ci sono ancora piste ciclabili parallele alle strade urbane come in altri paesi Europei, il nostro CDS non esclude il velocipede dalle violazioni, considerando che la bici può essere coinvolta o causa di sinistro stradale dovrebbe essere rintracciabile. Il ciclista dovrebbe avere il diritto di poter assicurare la propria bici .

    Report

    Rispondi

blog