Cerca

Lutto nella cultura

Letteratura, morta a Milano la scrittrice e saggista Grazia Livi

Letteratura, morta a Milano la scrittrice e saggista Grazia Livi

E' morta a Milano la scrittrice e saggista Grazia Livi. Nata a Firenze nel 1930, ha esordito come giornalista negli anni Sessanta, collaborando con testate prestigiose come La Nazione, Il Mondo, L'Europeo ed Epoca. Progressivamente decide di lasciare l'attività di inviata per dedicarsi totalmente alla scrittura. Dopo l'opera giovanile Gli scapoli di Londra (1958) da fine anni Sessanta arrivano saggi e romanzi, tra cui Alberto Sordi, dedicato al grande attore romano (1967), La distanza e l'amore (1978), L'approdo invisibile (1980). La sua scrittura e la sua attenzione al mondo femminile come a quello maschile le attirano i complimenti di giganti della letteratura italiana come Eugenio Montale e Mario Luzi. Nel 1991 con Le lettere del mio nome ha vinto il Premio Viareggio sezione Saggistica mentre nel 1994 è stata finalista al Premio Strega con la raccolta di racconti Vincoli segreti. Tra le sue ultime opere Lo sposo impaziente (2006) e Il vento e la moto - Passioni, nostalgie, fughe, dolcezze (2008). 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog