Cerca

L'8 marzo al Pavoni alle 21

Arteatro, per la festa della donna vanno in scena i Promessi Sposi di Manzoni

Arteatro, per la festa della donna vanno in scena i Promessi Sposi di Manzoni

Una Festa della donna all'insegna di Alessandro Manzoni. L'8 marzo alle 21 Arteatro porta in scena al Teatro Pavoni di Milano Una storia lombarda nel 1600, adattamento teatrale e regia di Luisa Borsieri dal capolavoro I promessi sposi. La rappresentazione ha appena festeggiato i 30 anni di repliche, avendo debuttato al teatro Nuovo in Milano nella stagione 84/85. La compagnia fondata nel 1976 recupera un classico della letteratura italiana aggiornandolo e rileggendolo alla luce dell'attualità. Se Renzo è un giovane entusiasta, creativo, campagnolo e pieno di vita, la sua amata Lucia è rappresentata con tre volti differenti: nell'immaginazione di Don Rodrigo come donna passionale in un flash in cui esprime tutta la sua femminilità, nel secondo volto, alla presenza dell'Innominato come un'immagine spirituale là dove dice Dio perdona molte cose per un'opera di misericordia. Nel primo tempo si susseguono quadri lombardi con movimenti coreografici accompagnati da musiche d'epoca. Nel secondo tempo, il tema della peste è sottolineato da musiche spagnole del 600 che danno rilievo anche alla figura dell’Innominato, della Monaca di Monza, di Padre Cristoforo e di Don Abbondio, viste come vittime dei soprusi spagnoli. Il momento lirico della madre di Cecilia è incorniciato dalle preghiere della madre universale quale simbolo della sofferenza umana. Il mondo degli umili e il mondo dei nobili appaiono contrastanti e integrati coi colori dell'epoca decadente. Il messaggio della speranza è sottolineato dalla figura dell'ambulante che è l'anima del Manzoni e la sua riflessione è la guida. Il cammino della vita di tutti i personaggi, mediante i fili della Provvidenza, conduce alla purificazione. La bellezza della vita nasce dalla presenza del dolore, delle rinunce e dell'umiltà.

Informazioni e prenotazioni allo 02/39844294 e 02/39541682 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog