Cerca

Dal 25 marzo

Copernico, a Milano 120 nuove postazioni di coworking. Obiettivo: "Lavorare meglio"

Copernico, a Milano 120 nuove postazioni di coworking. Obiettivo: "Lavorare meglio"

Il prossimo 25 marzo Halldis, in collaborazione con Smartworking S.r.l, apre le porte di Copernico, l'innovation hub dell’omonima via milanese, con l’iniziativa "Io lavoro bene. E tu?" per permettere alle aziende, ai lavoratori dipendenti e ai professionisti di sperimentare per un giorno nuove modalità di lavoro flessibile e testarne al contempo i benefici. 120 postazioni di lavoro suddivise tra coworking, spazi per riunioni e lavoro di team, oltre che i servizi tecnologici e le soluzioni innovative che caratterizzano gli spazi di lavoro di Copenico, saranno offerti alle realtà che vorranno aderire registrandosi attraverso il sito di Copernico. Maggiore flessibilità e autonomia nella scelta degli spazi, degli orari e degli strumenti da utilizzare a fronte di una crescente responsabilizzazione e performance sui risultati è l’orizzonte smart verso cui tende il mondo del lavoro oggi. Sempre più aziende, 1 su 10 secondo l’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano, si sono orientate verso la ricerca di soluzioni che permettono ai dipendenti di lavorare in un’altra sede rispetto all’ufficio abituale oppure in modalità diverse rispetto alle tradizionali. 1 azienda su 10, invece, inizierà a farlo presto. "L’idea di offrire per un giorno la possibilità di lavorare bene e con risultati proficui per aziende e lavoratori è partita per me da una riflessione molto semplice: dove voglio lavorare oggi?", spiega Federico Bianchi Founder & CEO di Smartworing srl, una nuova realtà nata con l’obiettivo di realizzare soluzioni che favoriscano l'adozione dello Smartworking all'interno delle organizzazioni. "Copernico è la risposta pratica alla domanda proprio perché è in grado di conciliare le esigenze di chi vuole aprirsi a nuove modalità lavorative attraverso soluzioni spaziali e tecnologiche che aiutano a espletare le attività quotidiane al meglio e a comprendere che il lavoro non è un luogo in cui stare, ma un obiettivo da raggiungere".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog