Cerca

Pentimento

Il No Expo arrestato: "Chiedo scusa al poliziotto"

Il No Expo arrestato: "Chiedo scusa al poliziotto"

Dopo la protesta dei black bloc che ha devastato Milano lo scorso  primo maggi, il No Expo arrestato ha chiesto scusa al poliziotto che aveva picchiato: "Ho agito in modo impulsivo,  sono rammaricato e chiedo scusa al poliziotto". Lo ha dichiarato Marco Ventura, il 28enne arrestato lo scorso martedì per l'aggressione al vicequestore Antonio D'Urso. Poi ha continuato: "Ho visto che gli agenti portavano via una ragazza in modo violento e, a quel punto, ho preso un bastone che si trovava per terra. Ho dato due colpi e poi sono andato via, non conosco le altre persone che erano presenti sul posto".  Nel frattempo il suo avvocato, Eugenio Losco, sta valutando se ricorrere al tribunale del riesame contro l'ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico del suo assistito, accusato di resistenza aggravata a pubblico ufficiale e lesioni aggravate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Happy1937

    21 Maggio 2015 - 21:09

    Le lacrime di coccodrillo non vanno credute. La punizione deve essere esemplare. Se il suo pentimento è reale si dimostrerà utile solo quando si presenterà al giudizio de Padreterno.

    Report

    Rispondi

  • RULI5646

    21 Maggio 2015 - 18:06

    I soliti VIGLIACCHI patentati ! Ora chiede pietà e le MUTANDE pulite ! Magari se incoccia qualche Giudice rossiccio se la cava con niente.

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    21 Maggio 2015 - 16:04

    Non fatelo passare per il "buon samaritano"le bastonate sono più di uno!E le scuse stanno a zero!!Quella fu TORTURA e assalto alla istituzione Polizia e Stato Italiano che il poliziotto rappresentava!!

    Report

    Rispondi

blog