Cerca

Nervosissimo

Immigrati a Milano, Giuliano Pisapia in Stazione centrale litiga con una giornalista: "Li ospita lei a Sky?"

"La Stazione centrale ha ritrovato la dignità, stiamo cercando di ripulirla e vorrei che la filmaste". Il sindaco di Milano Giuliano Pisapia sfila a favore di telecamere alla Stazione meneghina dopo lo sgombero delle decine di immigrati che da giorni stazionavano nell'atrio, in condizioni igieniche e umanitarie indecenti, con casi di scabbia e malaria. L'emergenza sembra diventata tale quando foto e video hanno iniziato a circolare sui social network, e il Comune è stato costretto a correre ai ripari. Lo sgombero però non ha risolto il problema, dato che quegli stessi immigrati si sono riversati nell'antistante piazza Duca d'Aosta, non avendo un tetto sotto il quale riparare. Quando una giornalista di Sky Tg24 osa accennare la questione al sindaco di centrosinistra, Pisapia perde la testa: "Cosa facciamo? Li ospitate voi a Sky?". Di fronte alla cronista allibita, l'uomo della mai decollata "rivoluzione arancione" del 2011 si dimostra visibilmente nervoso: "La differenza è questa, c'è chi parla e c'è chi opera. Siamo qua per studiare e trovare soluzioni". "Quali sono le soluzioni?", chiedono i giornalisti. E Pisapia scappa: "Io ho un altro impegno".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Vittori0

    14 Giugno 2015 - 11:11

    ..anche lui è stato plagiato da Salvini!!

    Report

    Rispondi

  • oldpeterjazz

    14 Giugno 2015 - 01:01

    Un altro povero coglione messo li dai kompagni.

    Report

    Rispondi

  • emiliomarcora

    13 Giugno 2015 - 21:09

    c'e' chi parla, c'e' un grande pirla...

    Report

    Rispondi

  • zhoe248

    13 Giugno 2015 - 21:09

    Il governo berlusconi l'hanno fatto dimettere per uno spread artatamente gonfiato, In questi 3 anni la sinistra al comando ha fatto disatri su disastri dimostrando totale incompetenza ma anche arroganza del potere. Non schiodano neppure con la dinamite. Ma hanno ragione, è l'Italia progressista votata dagli italiani, inclusi quelli che astenendosi hanno contribuito al disatro

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog