Cerca

Tra un anno l'inaugurazione

Un milione l'anno di affitto, Cracco trova casa in Galleria

0
Un milione l'anno di affitto, Cracco trova casa in Galleria

Con un’offerta da 1milione di euro canone annuo, il cuoco stellato Carlo Cracco si è aggiudicato uno spazio di 1.118 metri quadri su cinque livelli in Galleria Vittorio Emanuele. L’apposito bando era partito lo scorso 18 marzo e con l’apertura ieri mattina della busta contenente l’offerta economica, viene concluso l’iter di gara per il lotto proposto dall’amministrazione comunale, e attualmente occupato al piano terra dalla casa automobilistica Mercedes. Qualche giorno fa era stato esaminato a porte chiuse il progetto di gestione presentato dal celebre chef, tra l’altro unico partecipante per quella struttura. Un’iniziativa di elevata qualità - sottolinea Palazzo Marino - articolata su diverse funzioni e con notevole attenzione al recupero dell’area, nonché al prestigio architettonico del contesto. In corso d’opera è difatti previsto l’uso di decori e arredi che considerino al meglio l’aspetto esteriore del complesso monumentale, mentre ogni intervento sarà a carico dell’assegnatario e sottoposto alla preventiva autorizzazione del Comune di Milano e della Sovrintendenza. Il locale di Cracco in Galleria andrà a sostituire lo spazio attualmente occupato dalla Mercedes e dovrebbe essere così distribuito: un caffè bistrot al piano terra, aperto sette giorni su sette dall’ora di colazione al dopo cena; un ristorante gourmet al primo livello, fruibile quotidianamente a pranzo e cena e infine una zona al secondo piano dedicata a eventi, mostre, esposizioni e concerti musicali. Dopo l’annuncio ufficiale della notizia lo chef ha rilasciato alcune dichiarazioni: «Sarà un ampio ristorante, con differenti anime e menù, rivolto alla mia abituale clientela», ha detto mentre sui tempi e sul volto del nuovo locale Carlo Cracco ancora non si sbilancia. «Non sappiamo molto – afferma il re dei fornelli - abbiamo appena vinto il bando e per adesso gli ambienti risultano occupati». Comunque una cosa appare certa, ovvero il restyling sarà impegnativo. «La Galleria si sta riqualificando, è bellissima, e aggiungere qualcosa di pregiato sarà affascinante» - conclude il cuoco - «Però di sicuro non riusciremo ad inaugurare prima del 2016, ci vorrà almeno un anno per vedere qualcosa di definitivo. Un lavoro importante necessita sempre di un’accurata e mirabile programmazione».

di MASSIMO DE ANGELIS

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media