Cerca

Sinistra a pezzi

Furia Pd sulla De Cesaris: "Racconti palle"

Furia Pd sulla De Cesaris: "Racconti palle"

Il divorzio più lacerante dell’era Pisapia finisce a insulti e minacce. Da una parte Ada Lucia De Cesaris, l’ex vicesindaco che ha mollato la poltrona dopo l’ennesima lite con il Pd; dall’altra la pattuglia dei Democratici, stufa di subire le ire della «zarina». Una «guerra dei Roses» a Palazzo Marino. La De Cesaris, ai microfoni di Radio Popolare, ha spiegato la sua scelta di abbandonare la giunta riservando una raffica di veleni al Pd; dalla mitica area cani di Rogoredo («Dal Pd è mancata fiducia nei miei confronti») fino all’isolamento degli ultimi mesi («Dopo l’annuncio di Pisapia era difficile fare squadra»). Al capogruppo Pd Bertolè rimprovera il tradimento di Santa Giulia, a Majorino i tempi della candidatura («Doveva aspettare»), ai dem il tradimento sullo stadio del Milan e sul Leoncavallo («Un pezzo della maggioranza non ha ritenuto di sostenere un’operazione coraggiosa e innovativa»). Lo scambio di accuse più pesante, però, arriva su Facebook, dove la «zarina» sale sul ring con il consigliere Pd Carlo Monguzzi, pronto a difendere l’accordo sull’area cani e il comportamento del partito. Accusa dell’ex vicesindaco: «Hai barattato un simbolo della nostra amministrazione per fare un accordo con la destra». Replica di Monguzzi: «Basta palle! L’accordo era necessario per chiudere il bilancio, così si approvano i bilancio in tutto il mondo». E avanti con accuse e contro accuse fino alla controreplica della De Cesaris: «Le palle le racconti tu». Chiusa di Monguzzi: «Smettila e racconta i veri motivi delle dimissioni». La De Cesaris, che ieri ha confermato la disponibilità a correre per le primarie del centrosinistra («Prematuro ma con un progetto non mi tiro indietro»), ha sollevato le prevedibili critiche degli esponenti Pd. Dice l’assessore ai Lavori Pubblici Carmela Rozza: «Prima dei problemi nel Pd o nel centrosinistra ci sono i problemi della città. Se io mi fossi dimessa tutte le volte che il mio partito non mi sosteneva non avrei neanche cominciato a occuparmi di politica». Sostiene Pierfrancesco Majorino: «Smettiamola con polemiche incomprensibili». Oggi dovrebbe essere nominata ufficialmente la nuova vicesindaco Francesca Balzani, attuale assessore al Bilancio; per il nome dell’assessore all’Urbanistica (in pole Matteo Bolocan e Maria Berrini) bisogna aspettare settimana prossima.

di MASSIMO COSTA

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog