Cerca

Il commento

Non siamo tutti pirati. Ora basta fare cassa con le multe

Non siamo tutti pirati. Ora basta fare cassa con le multe

Davanti a numeri così enormi, i casi sono due. O la stragrande maggioranza degli automobilisti si è trasformata negli ultimi tempi in un esercito di spericolati al volante, oppure Palazzo Marino ha deciso di far cassa con le multe. Ed è davvero difficile, per chi vive la città, credere alla prima ipotesi.
L’installazione di 7 autovelox è arrivata nel marzo 2014, ma gli effetti sul portafoglio dei milanesi continuano ancora a farsi sentire: il dato delle sanzioni anno su anno (ovvero da settembre a settembre) scopre un aumento di un milione di verbali rispetto ai dodici mesi precedenti. Se prendiamo invece il dato consolidato dell’anno solare 2014, ribatte il Comune, eravamo già assestati ben oltre i 3 milioni. Questioni di lana caprina. La sostanza è che siamo di fronte a un salasso senza precedenti, per di più aggravato dalla acclarata irregolarità di molti verbali autovelox inviati oltre i termini dei 90 giorni indicati dalla legge. Alcuni giudici di pace hanno già dato retta agli automobilisti, mentre Altroconsumo ha già preparato una class action raccogliendo i verbali sospetti di 12mila cittadini. Nessuno mette in dubbio la necessità di intervenire per ridurre gli incidenti, ci mancherebbe. Ma novemila multe al giorno (no-ve-mi-la!) sono per questa città un fenomeno senza precedenti. Come senza precedenti è il fenomeno dei tre milioni di multe in tre anni per Area C e degli aumenti di ogni tariffa comunale possibile. I verbali sono in aumento, le macchine circolanti (per la crisi e per i mille divieti) sono in calo. I parcheggi sotterranei? Cancellati quasi tutti i progetti delle vecchie amministrazioni, in alcuni casi pagando addirittura una penale. L’unica rivoluzione arancione è stata quella dei portafogli: quelli dei milanesi, in primis gli automobilisti, sono stato svuotati. Questa politica, sì, è roba da pirati.

di Massimo Costa

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog