Cerca

Problemi in via Padova

Le migranti sfrattano le anziane dall'ospizio di Milano

Migranti sfrattano vecchine. Contesa casa di riposo milanese, la onlus sta coi profughi

Anziane sotto sfratto. Sono appena 25 le vecchiette residenti nella residenza di accoglienza di via Agordat a Milano, una traversa di via Padova, nei pressi di una delle zone più problematiche della città. Ma da quando sono arrivate le nuove ospiti della struttura, lo spazio occupato dalle signore è diventato troppo.

Come riporta il quotidiano Il Giornale, due settimane fa hanno bussato alla porta delle donne di colore che sono state accolte e assistite. Sì, perché la onlus Arca, che gestisce la residenza, è un'associazione che si occupa di accoglienza. E nell'attuale situazione di emergenza profughi non basta più coordinare l'hub alla Stazione Centrale, dal quale transitano ogni giorno decine e decine di migranti, né utilizzare le cucine della residenza di via Ardogat per preparare i pasti ai profughi. Ora servono più spazi, e a farne le spese saranno le vecchiette.

I nuovi gestori hanno infatti intimato alle signore di lasciare la casa dove hanno vissuto per anni, dopo aver già lasciato liberi due piani per la sistemazione delle migranti, nonostante gli ex proprietari della struttura, le Suore del Crocefisso, avessero cercato di tutelare le ospiti al momento della cessione alla onlus. Le profughe, nel frattempo, si sono già ambientate e vivono una vita attiva nel quartiere, attirando le attenzioni di un nutrito gruppo di uomini che gironzola intorno alla struttura. Piccolo fastidio che si aggiunge al problema non da poco per le vecchine e i parenti, che dovranno trovare a breve una nuova sistemazione per le anziane. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • luigin54

    23 Luglio 2016 - 07:07

    portatele tutte a casa della ZOCCOLA BOLDRINIANA.

    Report

    Rispondi

  • RULI5646

    20 Luglio 2016 - 18:06

    Perché tanta meraviglia ? Il GRANDE AFFARE sono i GRANTI non i poveracci specialmente se Italiani. Per i COMPAGNI questo è stato l'affare del secolo. I KOMPAGNI politici vestiti da candidi agnelli permettono l'invasione, i KOMPAGNI COOPERARTORI, altrettanto buoni quanto i KOMPAGNI politici, ACCOLGONO ed incassano MILIONI di Euro. Naturalmente i "RINGRAZIAMENTI" arriveranno copiosi.

    Report

    Rispondi

  • ketaon_01

    20 Luglio 2016 - 15:03

    Senza vergogna e dignità. Ricordiamoci che per ognuno di questi immigrati lo stato prende i soldi. Poi prima cosa fare un figlio in Italia e il gioco è fatto. BASTA. Ci siamo rotti le palle. Basta portare a casa queste persone. Devono stare al loro posto. Quello del governo è finto buonismo. CHIUDIAMO LE FRONTIERE e rispediamoli a casa.

    Report

    Rispondi

  • heidiforking

    20 Luglio 2016 - 14:02

    Semplicemente le clandestine rendono di più.......pecunia non olent !!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog