Cerca

Milano

Stuprata per vendetta dai latinos: il fidanzato pusher li aveva truffati

Stuprata per vendetta dai latinos: il fidanzato pusher li aveva truffati

Un'ora e mezzo di paura, agonia, violenza. Una notte di infeIl presunto stupratore, fermato dalla polizia, si chiama Wilfredo Alexander Barrera Martinez detto El Pajaro (l' Uccello), salvadoregno di 14 anni con precedenti per furto e ricettazione. Dopo l'arresto le indagini sono andate avanti con il fermo per G.A.C.R., diciottenne peruviano ritenuto uno dei due complici. Secondo gli inquirenti entrambi sono legati a MS-13, acronimo di Mara Salvatrucha, una delle pandillas di latinos più spietate di Milano che sta gradualmente riprendendo piede dopo il durissimo colpo (25 in manette) assestato tre anni fa dalla Squadra mobile.

Sul 14enne è accusato di aver avuto un ruolo fondamentale nella feroce violenza subita da Anna (nome di fantasia) la notte del 26 settembre. Come ricostruisce Il Giorno, il ragazzo - fratello di un pezzo grosso della MS - avrebbe agito sostanzialmente da palo (insieme a un' altra persona ancora da identificare), assicurandosi che nessuno disturbasse il salvadoregno mentre compiva la sua violenta vendetta.

Risulta infatti che l'unica colpa della ragazza fosse quella di essere la fidanzata (da un mese) di un agazzo (il tatuatore di fiducia della banda) che aveva provato a truffare Barrera vendendogli bicarbonato al posto della cocaina. Un gesto che aveva scatenato la furia cieca dei latinos. La ragazza era stato peraltro abbandonata in un parcheggio dal compagno, che era fuggito infischiandosene della sorte della ragazza.

Gli investigatori del Nucleo operativo della Compagnia Porta Magenta stanno cercando adesso un terzo uomo. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • luigin54

    25 Luglio 2016 - 01:01

    da sopprimere un bastardo di meno.

    Report

    Rispondi

blog