Cerca

Furia omicida

Milano, spara agli ex datori di lavoro: due morti

Casate, l'uomo ha aperto il fuoco all'alba contro i due gestori del bar

 

Una nuova tragedia legata al lavoro in provincia di Milano: un duplice omicidio a Casate, frazione di Bernate Ticino, in provincia del capoluogo. Un uomo di 36 anni, Davide Spadari, ha ucciso a colpi di pistola un uomo di 47 e un ragazzo di 22 anni, i titolari di un bar. La sparatoria è avvenuta giovedì mattina alle 6.25, quando i due si trovavano nel loro locale, il bar Bottazzi, in via Milano. Il giovane è stato ucciso con un colpo di pistola alla testa, mentre il padre al torace.

I rancori - Il 118 ha inviato sul posto l'elisoccorso e due ambulanze, ma le ferite delle pallottole erano troppo gravi: i due sono morti poco dopo l'arrivo dei soccorsi. Ancora non sono certi i motivi dell'aggressione, ma secondo le prime informazioni raccolte pare che tra i due gestori del bar e l'assassino ci fossero froti rancori legati: i due, infatti, erano gli ex datori di lavoro dell'uomo e lo avrebbero recentemente licenziato.

"Mi trattavano male"  - Sul luogo del duplice delitto i carabinieri di Magenta e di Abbiategrasso, che conducono le indagini. L'omicida è stato intercettato da una pattuglia mentre stava andando in caserma per costituirsi. Le forze dell'ordine hanno recuperato l'arma del delitto: si tratta di una pistolca calibro 7.65. In caserma Spadari, che lavorava con le vittime in un laboratorio di carpenteria di ferro, ha raccontato di imprecisate angherie e vessazioni. "Mi trattavano male, mi mettevano sotto pressione", ha detto agli inquirenti. Ieri, mercoledì 15 maggio, i due hanno intimato all'uomo di non farsi più vedere al laboratorio". Il duplice omicidio, a tutti gli effetti, sembra premeditato.

 

 

 

 

Casate, Bernate Ticino, Milano, Lombardia, Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Janses68

    19 Luglio 2013 - 14:02

    Poverino ....sicuramente senza voglia di faticare e di non fare un cazzo.... eppoi la pistola come se la e' procurata ? Sono ancora una volta stupito e attristato. Io non lo metterei a scavare in miniera 15 ore al giorno a pane secco e acqua marcia.

    Report

    Rispondi

  • oi16730

    16 Maggio 2013 - 12:12

    A parte le farneticazioni del commento n°1, purtroppo registro che da quando dal nostro paese si emigra di meno siamo costretti a tenerci in casa anche gli italiani con una testa si fatta. Piuttosto, poichè mi dedico alle rassegne stampa, ho notato che questa testata ha riportato con molto ritardo la notizia che personalmente mi ha molto rattristato. La notizia è una triste tragedia umana che però ha alterato la campagna ostile nei confronti della Kyenge. Se così fosse ....

    Report

    Rispondi

  • intollerante

    16 Maggio 2013 - 11:11

    fosse di colore sarebbe colpa delle due vittime secondo la Boldrini e Pisapia. Meno male che è pallido così risulterà colpevole e nessuno processerà le due vittime che non dovevano essere al bar. come siamo ridotti.......

    Report

    Rispondi

blog