Cerca

L'appuntamento

Milano, alla prima della Scala proteste e vip: in scena la Traviata

Serata dedicata a Mandela. L'opera è "La Traviata". Un gruppo di giovani di Forza Italia contesta Napolitano

Milano, alla prima della Scala proteste e vip: in scena la Traviata

La stagione lirica de La Scala viene inaugurata con la Traviata. La serata è stata caratterizzata dal ricordo di Nelson Mandela, al quale è stato dedicato un minuto di silenzio. Il sovrintendente della Scala, Stephane Lissner, ha spiegato: "E' assolutamente normale prima di iniziare di dedicare la serata a Nelson Mandela che è morto due giorni fa. Bisogna tener conto del mondo". Per La Traviata è stata una "prima volta" in apertura di stagione. La protagonista è Diana Damrau, definita da Lissner "un'interprete unica, un talento, una voce, un'attrice eccezionale". Tra gli ospiti d'onore della prima, Napolitano, Grasso e Boldrini, oltre al ministro Bray e a Roberto Maroni. Come al solito, proteste sul piazzale de La Scala: il sindacato di base ha messo in scena una contro-opera, La Traviata Italia. Un finto Giuseppe Verdi ha spiegato lo spettacolo: "Vogliamo raccontare i depredati dalla Finanza, dagli industriali, dai politici collusi". In piazza sono stati registrati momenti di tensione, quando un gruppo di giovani di Forza Italia ha contestato Napolitano. 

Teatro La Scala, Milano, Lombardia, Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aifide

    09 Dicembre 2013 - 09:09

    Non meritava uno scempio simile. Se il direttore d'orchestra ed i cantanti avessero avuto un po' di dignità professionale avrebbero dovuto rifiutarsi di esibirsi in un allestimento che non è quello pensato e voluto da Verdi. Vergogna! La Scala di Milano non esiste più!

    Report

    Rispondi

blog