Cerca

Tragico incidente

Anni di piombo, morto Pedrizzetti, autore della foto simbolo

L'uomo, architetto 66enne, e la moglie sono deceduti cadendo dal balcone mentre montavano gli addobbi natalizi. Nel 1977 suo lo scatto dello sparatore in via De Amicis, a Milano

Anni di piombo, morto Pedrizzetti, autore della foto simbolo

Tragico incidente per l'uomo che ha scattato la foto simbolo degli Anni di Piombo. Paolo Pedrizzetti e sua moglie sono morti cadendo dal balcone della loro casa di Arona, nel Novarese, mentre stavano montando gli addobbi di Natale. Architetto, classe 1947, Pedrizzetti fu l'autore dello scatto datato 14 maggio 1977, durante un corteo trasformatosi in guerriglia urbana: un ragazzo, in via De Amicis a Milano, con la testa incappucciata in un passamontagna spara in posizione di guerra, con la pistola impugnata con entrambe le mani, le  braccia tese, le gambe divaricate. Quel giorno un ragazzo di 25 anni, Antonio Custra, sottufficiale della Polizia, viene colpito alla testa da un proiettile e il giorno successivo muore. Pedrizzetti e sua moglie sono precipitati dal settimo piano: la donna ha tentato di afferrare l'uomo mentre cadeva dalla scala, ma nel tentativo di salvargli la vita è precipitata a sua volta. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    18 Dicembre 2013 - 07:07

    me la ricordo molto bene.Non ricordo purtroppo se era il 1973 o 1977...Certo che rivedendola mi fa pensare che quel terrorista era stato addestrato probabilmente da qualcuno che aveva interessa a destabilizzare l'italia.Riposa in pace.

    Report

    Rispondi

  • 5PA5PIDICOZZILI

    16 Dicembre 2013 - 23:11

    non c'è aggettivo, incredibile come la moglie abbia donato l’esistenza, come al solito qualche malelingue diranno che voleva buttarlo dal balcone, e anche lei precipitata, o solo perchè vanno considerate tutte le piste, 6 giorni fa erano nel parco sotto casa magari a camminare, e adesso magari non li vedremo più, sono quelle coincidenze, il cui biglietto, da visita, la foto famosa che vediamo da anni, fanno perdere l’appetito quasi, sennò parlatene voi, e fatevi le foto, ecc..., però, che fine, neanche si parlasse di due ladroni... e ci si lamentasse e si parlasse e si dicesse indagate ferruccio... che s’è (ri)messo con quelle cricche.e crede anch’egli d’essere capace, a farsi le (loro) regole come quelli, magari, però la legge come loro dicevano è uguale per tutte le persone... pagherete..., e al quando non scriverà più un cittadino, perchè ancora più forte... questo a parte se consentite, che riposino nella pace e, condoglianze alle persone care.

    Report

    Rispondi

blog