Cerca

Clandestino salva un suicida

e scappa: rischia l'espulsione

Clandestino salva un suicida
Ha salvato un 55enne dal suicidio ma per lui, ‘eroe clandestino’, nessuna ricompensa anzi, solo il rischio di essere espulso dal Paese. Il paladino dal cuore tenero si chiama Mohamed ed è un marocchino di 22 anni.  Il giovane si trovava in via Inama, zona Città Studi, quando ha visto penzolare da un ponteggio a dieci metri d’altezza, il corpo di uno sconosciuto e subito si è precipitato ad afferrarlo. Ancora pochi istanti e l’uomo sarebbe senz’altro morto. Fortunatamente però il giovane straniero è arrivato in tempo. “Sul rapporto della polizia c’è scritto che l’extracomunitario, protagonista del salvataggio, si è allontanato. Non aveva molta scelta Mohamed. Perché lui è un irregolare”.
Chi è - La sua storia, del resto, assomiglia a quella di molti suoi connazionali. Nato da una famiglia di 11 fratelli, Mohamed arriva a Milano sette anni fa come ‘minore non accompagnato’. Adesso, mentre è in attesa che il Tar si pronunci sulla sua espulsione, il ragazzo continua a lavorare con un contratto regolare e a pagare il canone mensile del monolocale, concesso dall’ente delle case popolari. Un vero cuore d’oro Mohamed, visto che con il suo stipendio ha fatto assistere, studiare e laureare in legge uno dei suoi fratelli, disabile e costretto sulla sedia a rotelle.
Un precedente che può costare caro - In un atto di tre pagine del Commissariato è presente un profilo dettagliato di Mohamed: “Dall’arrivo in Italia (anno 2000 circa) al 2006, sempre in regola con le norme sul soggiorno, non ha commesso reati ed ha mantenuto una condotta irreprensibile”. Eccezione fatta per una bravata risalente al 2004, quando il ragazzo  cercò di rubare una berlina per tornare a casa e che si concluse con 5 mesi di detenzione. Per anni il ragazzo è stato volontario presso la Fondazione Fratelli di San Francesco. Negli stessi giorni in cui il Tribunale trasmetteva l’avvenuta riabilitazione, il marocchino salvava la vita al signor Cesare che, dopo due giorni di coma, potrà tornare a casa tra qualche settimana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog