Cerca

Convegno sui volontari

alla Fondazione Humanitas

Convegno sui volontari

Si apre oggi alle 9.30 all’Auditorium del Centro di ricerca, didattica e riabilitazione dell’Istituto Clinico Humanitas (in via Manzoni, 113 a Rozzano) il convegno  “Ospedale: nuove frontiere dell’umanizzazione”, organizzato  dalla Fondazione Humanitas per riflettere e confrontarsi con chi promuove esperienze innovative a livello nazionale e internazionale nella risposta ai bisogni di malati e familiari, a fianco delle cure. Tra i relatori ci saranno il presidente del Censis Giuseppe De Rita, don Gino Rigoldi  ed  Emanuele Ranci, presidente dell’Istituto per la Ricerca Sociale.

Ospedali costruiti a misura di paziente, programmi di sostegno per malati e familiari e ruolo del volontariato negli attuali sistemi sanitari saranno tra i temi principali degli interventi.

Nata dieci anni fa da una costola dell’omonimo ospedale, Fondazione Humanitas ha come mission la promozione della qualità della vita del malato e della sua famiglia e oggi è attiva in tutte le aree di cura dell’ospedale grazie alla presenza di più di 150 volontari coordinati e formati in modo competente per essere inseriti in un contesto così delicato come quello di un policlinico. Con il progetto Elios la Fondazione è presente con 31 volontari anche presso Humanitas Gavazzeni di Bergamo.

“I volontari Humanitas – spiega Giuliana Bossi Rocca, Segretario Generale della Fondazione - contribuiscono con il loro impegno a rendere l’ospedale un luogo di incontro e relazione, facilitando con il loro ruolo di accoglienza e orientamento il contatto con la struttura”.

Non solo un volontariato di ascolto e compagnia, dunque, ma una squadra di persone che con il loro servizio permettono alla Fondazione di realizzare programmi di sostegno per pazienti e familiari, specifici e mirati a seconda delle differenti necessità. Qualche esempio: il Servizio di Accoglienza in ospedale che accompagna anziani e disabili nel compimento di visite ed esami, l’attività del “Libro in camera” una biblioteca con più di 4000 titoli “circolante” nelle degenze e infine i programmi di aiuto nelle situazioni di malattie croniche: per i dializzati, per i cardiopatici, per i caregivers dei malati di Alzheimer e, particolarmente innovativo, quello per le persone colpite da ictus e i loro familiari.

A conclusione della giornata, saranno premiati i progetti vincitori del Premio Mirasole, per soluzioni innovative nella risposta ai bisogni della persona, paziente e familiare, al quale hanno partecipato 60 strutture da tutta Italia con contributi e idee di grande qualità rivolti in particolare ai pazienti oncologici e ai bambini o sviluppati a favore di situazioni di assistenza domiciliare per malati cronici e famiglie. Una giuria di esperti del settore ha valutato di assegnare 15 premi a interventi che rispecchiassero la varietà dei progetti pervenuti, per provenienza geografica, patologia e destinatari. Scopo del concorso, lo scambio di informazione e know how su esperienze di sostegno a pazienti e familiari in particolare per le condizioni di malattie croniche o di emergenza.

Convegno Nazionale
28 Ottobre 2009 - ore 9.30
Ospedale: nuove frontiere dell’umanizzazione
Auditorium del Centro di Ricerca, Didattica e Riabilitazione
Via A. Manzoni, 113 - Rozzano (MI)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog