Cerca

Gay accompagnati a casa

City Angels contro omofobia

Gay accompagnati a casa
Arriva anche a Milano l’iniziativa dei City Angels contro l’omofobia. I volontari di strada attivi da 15 anni in Italia, hanno organizzato un servizio per accompagnare e proteggere gli omosessuali che si sentono in pericolo. Mario Furlan,fondatore dei City Angels, ha spiegato: «Dopo l'ultima aggressione omofoba abbiamo accolto la richiesta di Felix Cossolo, storico esponente della comunità gay milanese. Chi teme di essere aggredito o di fare una brutta esperienza potrà chiamare in orario d'ufficio la nostra sede e prenotare un accompagnamento per le ore serali. Lo porteremo a casa o dove vorrà, in tutta la città, a piedi, con i mezzi pubblici o con i nostri».

L’iniziativa, ha aggiunto Furlan, è «la conferma che i City Angels sono dalla parte dei più deboli e contro ogni forma di razzismo, come l'omofobia. Il servizio è già attivo da qualche tempo a Roma. A Milano si affianca a quello per le donne, che da maggio scorso si avvale di due auto in collaborazione con il Comune. Ogni giorno almeno 3-4 donne ci chiamano per essere accompagnate e il numero è raddoppiato dopo l'ultima violenza al quartiere Isola». I City Angels, secondo i dati forniti, sono un centinaio nel capoluogo lombardo Milano e circa 500 nel resto del Paese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cavallotrotto

    02 Dicembre 2009 - 17:05

    sno uomini non donne, hanno bisogno di essere protetti ? diamo la protezione alle donne sole , che rientrano dal lavoro anche a notte fonda. non a questa sottospecie di umanità. sono omofobica ? no , ho solo un senso del pudore molto forte.

    Report

    Rispondi

blog