Cerca

Milano s'illumina di arte

per il primo Festival della luce

Milano s'illumina di arte

Milano chiama.: le eccellenze creative rispondono. Il capoluogo lombardo, già blasonato dal titolo ‘capitale del design’, è pronto ad accendere tutte le sue luci per la prima edizione del LED (Light Exhibition Design), o meglio per il ‘Festival della luce’ che, dal 6 dicembre al 10 gennaio, illuminerà le strade della metropoli. Fili conduttori della manifestazione sono l’interattività e il recupero dei luoghi urbani degradati, con lo scopo di rafforzare il sistema creativo della città e allargarne il circuito delle esposizioni – dai luoghi pubblici alle gallerie d’arte, agli atélier agli show-room – in una logica di valorizzazione permanete e non solo in occasione del Natale. Il Led, infatti, non vuole essere solo una rivisitazione delle luminarie cittadine, ma anche un’esperienza culturale, ricca di stimoli, eventi e magie per irradiare lo spirito ‘fulgente’ dei protagonisti nel reticolo abitativo: dal centro ai luoghi periferici. Tutta Milano, quindi, diventerà il campo di battaglia per la contesa tra i giovani talenti e i grandi maestri designer. La competizione sarà, poi, ulteriormente arricchita dal sapore internazionale – nello stesso periodo sulle scene europee saranno attive diverse manifestazioni legate al mondo dell’illuminotecnica, tra cui il ‘Festival delle luci di Lione’, lo “Switched on London’, il ‘Luminale di Francoforte’ e le ‘Luci d’artista di Torino’ –  con gli  artisti, italiani e non, pronti a sfidarsi a colpi di luce e a trasformare la città in un palcoscenico a cielo aperto. I luoghi meneghini diventeranno la scena ideale per installazioni luminose, proiezioni, allestimenti scenografici, abbaglianti opere d’arte contemporanea e di design. Tra queste, ‘Kiss’ di Paul Cocksedge, che irraggerà la Galleria Vittorio Emanuele, non solo di luce ma anche di baci: tra le volte verrà sistemato un vischio gigante, sotto il quale gli innamorati saranno invitati a lasciarsi andare alla passione. Tenerezze non solo romantiche, ma anche utili per aiutare il prossimo: uno speciale contatore, infatti, calcolerà il numero dei baci e per ognuno sarà depositato un euro, sul conto corrente dell’associazione Cervi, con lo scopo di raccogliere centomila euro in favore dei bambini dell’Uganda. La cerimonia inaugurale e l’accensione ufficiale della città  avranno luogo il 6 dicembre, alle 18, in piazza Duomo, con un ‘lancio delle lanterne di luce’, come evento d’apertura.

Il Concorso –  Il ‘Led award’ è un concorso a premi, istituito dal comune di Milano per decorare di luce la città e far riflettere i cittadini sui temi della sostenibilità e del risparmio energetico. In gara ci saranno i progetti, inviati dai candidati nel corso del 2009, selezionati, in questi mesi, da una giuria di esperti del settore, tra cui Flora Vallone, Luisa Bocchietto, Davide Rampello, Stefano Boeri e Piero Castiglioni. Per il concorso, gli artisti sono stati divisi in due categorie: la prima comprende gli studenti iscritti a corsi di design, architettura o scenografia, mentre la seconda raduna i professionisti come designer, architetti e scenografi. Oltre alla categoria, le proposte sono state divise in speciali sezioni: ‘ART’, per le opere d’arte contemporanea luminose per esterni; ‘DESIGN’, per le istallazioni e oggetti d’illuminazione decorativa; ‘PARK LIGHT’, per le istallazioni di luce che intervengano sul verde (alberi/parchi) e ‘PROJECTION’ per i lavori di video-proiezione. Per ogni sezione ci saranno sei finalisti che, indipendentemente dalla categoria, saranno premiati con un premio di 500 euro e con la possibilità di esporre in città le proprie opere ‘on air’ in modo che il pubblico possa decretare l’opera vincitrice assoluta. Fino al 10 gennaio 2010, infatti, sarà possibile votare on-line l’installazione preferita sul sito www.ledfestival.it. Il progetto trionfatore avrà l’onore di essere collocato, in seguito, in una prestigiosa sede  espositiva internazionale, al pari di un’opera d’arte. Infine, in uno speciale ‘fuori concorso’, come ospiti speciali del primo Led,  ci saranno dieci grandi maestri del design internazionale, tra cui Mario Nanni, Paul Cocksedge e Alain Guilhot, con altrettanti  ‘progetti di luce’ per una rivisitazione d’autore delle tradizionali luminarie cittadine che si estenderà dalla Triennale al Duomo, dalla Stazione Centrale alla Scala, dal quadrilatero della moda fino ai portici dell’Arengario.

 

Carlotta Clerici

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog