Cerca

Apre Milano Moda Uomo

In scena 38 sfilate in 4 giorni

Apre Milano Moda Uomo

Terminato da poco Pitti Immagine Uomo a Firenze, apre oggi Milano Moda Uomo, con quattro giorni intensi di sfilate sparse per la città: 38 passerelle, con alcuni ritorni e qualche novità. In calendario, da sabato 16 a martedì 19 gennaio, saranno presentate un totale di 85 collezioni: 38 sfilate per 35 marchi, 28 presentazioni e 22 presentazioni su appuntamento. Tornano sulle passerelle da gennaio 2010, Gazzarini e Pringle of Scotland, che non sfilava dal 2005, e rientra in calendario Mila Schon, che non presentava dal 2001 (nella foto, D&G).
La grande novità è però John Galliano, nome internazionale per la prima volta a Milano.

Questa mattina, la Milano Moda Uomo si e aperta con una sfilata che è un compleanno: i 100 anni della Ermenegildo Zegna. Al termine della sfilata, a raccogliere gli applausi sono i tre fratelli Zegna - Anna, Gildo, Paolo – a testimonianza che da Zegna non ci sono stilisti da far uscire in passerella, ma un lavoro d’equipe fondato sulla tradizione familiare e sulla storia secolare dell'azienda biellese.
I tre hanno voluto chiudere simbolicamente la passerella con un filmato in bianco e nero del fondatore Ermenegildo, della fabbrica di Trivero e delle strutture sociali create dai Zegna sul territorio: immagini che hanno commosso il pubblico, mentre i modelli uscivano di scena. È la testimonianza di un’Italia elegante, seppur povera, in cui ha trovato terreno fertile una storia industriale, simbolo del made in italy.

Il marchio festeggerà a maggio i suoi 100 anni a Trivero, per poi aprire una mostra alla Triennale di Milano. La collezione presentata oggi, molto applaudita, presenta una silhouette accostata al corpo, più informale e naturale, con pantaloni sottili e scarpe classiche che diventano polacchine.

Oltre a Zegna, oggi è il giorno di Carlo Pignatelli, Costume National, Emporio Armani e Burberry. Quest’anno la settimana della moda apre al web. Infatti, la sfilata Emporio Armani è trasmessa in diretta streaming e su Facebook.

Domani, sono i programma, tra gli altri, Roberto Cavalli, Vivienne Westwood e Prada. Gucci, Etro, e non solo, sfileranno lunedì 18 gennaio; mentre, martedì chiuderanno Ermanno Sceverino e Iceberg, e altri importanti marchi della moda uomo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jean agneaux

    17 Gennaio 2010 - 19:07

    dalla foto si direbbe un branco di culattoni appalestrati... noi l'intimo uomo come lo chiamano quelli della tv spazzatura, lo acquistiamo ancora dalla vecchietta con il piccolo e vetusto negozio in centro, oppure da Carrefour o da Auchan... noi acquistiamo le mutande e le canotte... l'importante che siano 100% cotone o lana e che non facciano le scintille ...

    Report

    Rispondi

  • serlanda

    16 Gennaio 2010 - 23:11

    Devo, a questo punto, rivalutare mio marito. Ma come ? La canottiera (perché quella è) era il simbolo dei poveri, del muratore ecc.ecc. Adesso, perché lo dice l'esperto di moda , diventa trendy? Ma non ci si rende conto di essere ridicoli al limite del grottesco? Ma lo sapete che le persone normali, quelle da mille euro al mese, si vestono come possono, fregandosene altamente dei dettami dei guru della moda?

    Report

    Rispondi

blog