Cerca

Cerca di entrare in tribunale col niqab

A Milano fermata donna islamica

Cerca di entrare in tribunale col niqab
Una donna di fede islamica non ha avuto accesso al palazzo di Giustiza di Milano. Il perché è presto detto: indossava il niqab, ossia il velo che lascia scoperti solo gli occhi. Poiché non era visibile il suo volto, le è stato negato l'ingresso al tribunale, questo pomeriggio. Gli addetti alla sicurezza, quando la donna si è presentata chiedendo di poter entrare per verificare l'esito di uan sua causa in corso, l'hanno fatta attendere ed hanno chiamato uno dei carabinieri in servizio. L'uomo ha spiegato alla donna che, essendo il Tribunale un luogo pubblico, avrebbe dovuto entrare col volto scoperto in quanto, come prevedono le leggi di pubblica sicurezza. La donna non ha fatto obiezioni e se n'è andata anche perché le cancellerie al pomeriggio sono chiuse, e ha detto che tornerà domani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roaldr

    29 Gennaio 2010 - 12:12

    egregio signor macondo (che fa rima con....?), visto che, a quanto pare, Lei è un lettore di Repubblica, provi a lasciare, sul sito di quel giornale o, ancora meglio, su quello della pasionaria Concita, un commento "non allineato", poi ci faccia sapere...nel frattempo, come vede, mi sembra che il suo commento, qui, sia stato pubblicato, o no?

    Report

    Rispondi

  • semovente

    28 Gennaio 2010 - 16:04

    E' normale che un mascherato non possa circolare liberamente. Pertanto stiamo parlando di una non notizia se le leggi ci sono e vengono applicate e rispettate.

    Report

    Rispondi

  • macondo

    28 Gennaio 2010 - 13:01

    Come fate a scrivere "Libero di Commentare" in alto e poi in basso in piccolo scrivere: "I commenti sono moderati e saranno pubblicati solo se ritenuti pertinenti e idonei alla discussione. Potranno essere modificati per esigenze di spazio e di chiarezza". Libero si... Ma di scrivere solo ciò che vi è comodo!

    Report

    Rispondi

  • macondo

    28 Gennaio 2010 - 13:01

    Ottima notizia... Peccato che la donna minacciosa non era altro che una inviata di Repubblica! Si sa, c'è chi abbocca sempre... Ahahah!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog