Cerca

Il blocco del traffico è un flop

Solo 2 Comuni dell'hinterland milanese aderiscono all'iniziativa del 28 febbraio

Il blocco del traffico è un flop

Il blocco del traffico di domenica 28 febbraio, proclamato in sede Anci dai sindaci di Milano e Torino, Letizia Moratti e Sergio Chiamparino, non ha incontrato il favore della stragrande maggioranza dei Comuni dell'hinterland milanese: dei 134 Municipi della provincia di Milano, solo due sono al momento disposti a fermare le auto, Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo, entrambi governati da giunte di centrosinistra.
Il sindaco di Sesto San Giovanni, Giorgio Oldrini, spiega: «Non sono un talebano del blocco, ma crediamo che su questi temi occorra prendere decisioni comuni e io aderisco all'appello dell'Anci».

Lo stesso assessore provinciale, Giovanni De Nicola, che oggi ha tenuto un tavolo di coordinamento dell'hinterland dedicato allo smog, al quale hanno preso una settantina di amministratori del Milanese, conferma la difficile situazione: «A quel che ci risulta - ha affermato De Nicola - sono solo due i sindaci che hanno dimostrato la propria disponibilità al blocco di domenica, fermo restando comunque la forte perplessità a misure di questo tipo»
Tuttavia, De Nicola non ha nascosto la sua personale perplessità all'idea del blocco del traffico: «Noi non siamo stati coinvolti in questa scelta. Il blocco sicuramente non crea danni all'ambiente, ma resta la mia totale perplessità sulla sua reale efficacia».

La posizione dell’assessore è, del resto, condivisa da tutti i sindaci milanesi del Pdl, come Adriano Alessandrini, primo cittadino di Segrate, che spiega: «Il blocco è inutile, ci sono tanti modi per educare i cittadini al rispetto dell'ambiente, piuttosto che fermare il traffico per poche ore». E Lorenzo Vitali, sindaco di Legnano, che invece ha aderito al blocco del 31 gennaio: «Adottare una misura di emergenza quando l'emergenza non c'è - ha detto - non risponde al buon senso».

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercole.bravi

    24 Febbraio 2010 - 11:11

    che senso ha blocare le macchine, quando le caldaie delle case bruciano e inquinano più di dieci macchine messe di fila? Un parcheggio in città costa un botto ogni ora, come ci si può permettere di lasciarla ogni giorno per lavoro o altro? Corriamo dietro le campagne pubblicitarie delle auto ecologiche, ed in fila in citta sfilano accanto a noi, autobus che sembrano delle mini chernobyl!!! Che sti sindaci avessero il coraggio di fare piazza pulita nei loro uffici, tenessero i riscaldamenti a norma di legge (per entrare in un ufficio pubblico d'inverno bisogna portarsi crema solare e costume tanto è alta la temepratura!!!) e poi vengono a farci la morale sui consumi....solo che le nostre bollette e le nostre auto o caldaie non le scarichiamo sulla collettività come beni strumentali..paghiamo le nostre e le loro!!! Hanno un senso dello stato a parole altissimo, ma nel loro piccolo alla fine son delle piccolissime persone degne di rispetto e stima!!!!

    Report

    Rispondi

  • Ricafede

    23 Febbraio 2010 - 19:07

    Peccato, perchè non dare un'aspirina a un malato di cancro lo può far morire. Credo di aver detto una cazzata, una cazzata come fermare il traffico una domenica.

    Report

    Rispondi

  • libero42

    23 Febbraio 2010 - 18:06

    Degli incompetenti, è ovvio. Si rincorrono continuamente le emergenze, senza un piano organico che le prevenga e che controlli i risultati. é più di un decennio che si sconvolge la città per soddisfare gli appetiti speculativi dei soliti amici e non si è fatto un passo avanti in termini di trasporti pubblici, piste ciclabili, estensione del verde. Solo un mare di promesse risolte nel miliardario flop dei jumbotram, nei parcheggi sotterranei semivuoti, nel caos del traffico e nella mancata attuazione dell'impegno nel verde promesso al maestro Abbado. Solo grassi stipendi a politici e consulenti compreso il faraonico compenso al doppiostipendista Stanca. Brunetta il moralizzatore , niente da dire?

    Report

    Rispondi

blog