Cerca

Ricercatrice violentata fuori dal San Raffaele

La 32enne è stata aggredita alle 22.30 di giovedì in via Olgettina

Ricercatrice violentata fuori dal San Raffaele
Una ricercatrice di 32 anni è stata violentata all’uscita dal San Raffaele di Milano. È successo la scorsa notte, intorno alle 22.30. La donna, finito il turno, si stava incamminando verso l’auto quando un uomo l’ha aggredita, picchiata e trascinata in un cespuglio in via Olgettina, in prossimità dell’ospedale. Lì si è consumata la violenza.
Dopo l'aggressione, la vittima è tornata al San Raffaele per chiedere aiuto ed è stata quindi trasportata alla clinica Mangiagalli ancora sotto choc.

Sul caso indagano i carabinieri del nucleo investigativo che hanno già effettuato un primo sopralluogo in via Olgettina. La ricercatrice ha riferito agli agenti che l’aggressore era alto e di carnagione scura e parlava italiano ma con una pronuncia straniera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rollingstone67

    17 Aprile 2010 - 11:11

    Purtroppo si è trattata dell'ennesima violenza annunciata. Da anni infatti viene denunciata la situazione di rischio dovuta alla distanza fra l'ospedale San Raffaele e i parcheggi e la fermata atm. Stupisce però come sempre più spesso il silenzio dei signori De Corato e Moratti in proposito. Loro che hanno chiesto il voto in nome della sicurezza ben si sono guardati da fare ciò che era in loro potere. E' più comodo convocare quotidianamente le telecamere e sgomberare le baracche dei soliti 40 disgraziati che cercare delle soluzioni efficaci. Stupisce il silenzio delle forze politiche che da 15 anni (20 nel caso della lega nord) fingono di amministrare questa città perpetuando un'eterna campagna elettorale. Avessero almeno il pudore di andare a casa oggi stesso, in rispetto di una donna che rimarrà segnata per tutta la vita da quanto ha dovuto subire.

    Report

    Rispondi

  • delneo

    17 Aprile 2010 - 09:09

    quando questi stomachevoli episodi capitavano ed al governo sedeva romano prodi,le forze politiche che compongono l'attuale maggioranza non hanno fatto altro di colpevolizzarlo,ora che sono arrivati finalmente quelli della tolleranza zero,del forbicione,delle ronde e dell'esercito in strada,mi pare che la situazione sia addrittura peggiorata,mi chiedo come mai??

    Report

    Rispondi

blog