Cerca

Cadavere per strada, gente indifferente a Lecco

Di fronte al corpo di un settantenne suicida, le persone hanno continuato a mangiare ai tavolini di bar e ristoranti

Cadavere per strada, gente indifferente a Lecco
Sta facendo molto discutere la reazione di turisti e gente del posto che, a Lecco, hanno reagito con sorprendente indifferenza alla presenza di un cadavere per strada. Un pensionato di 70 anni, da tempo depresso e vessato da problemi economici, si è suicidato, buttandosi dal terzo piano di un edificio in pieno centro.

A pochi metri di distanza, di fronte al corpo  senza vita dell'uomo in pochi hanno avuto una reazione, pochissimi hanno cercato di prestare soccorso. Gli altri sono rimasti a guardare, comodamente seduti ai tavolini di bar e ristoranti, a mangiare indifferenti al suicidio, alla morte, ai soccorsi e all'intervento finale delle forze dell'ordine e del carro funebre. Peggiori, forse, l'atteggiamento di chi ha curiosato, con tanto di panino alla mano, tra un boccone e l'altro, e quello macabro dei giovani turisti giapponesi che si sono avvicinati al cadavere cercando di scattare qualche foto.

L'opinione pubblica solo adesso critica l'indifferenza della piazza e la scelta degli esercenti, che avrebbero dovuto impedire la permanenza almeno nei tavolini all'aperto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aifide

    24 Aprile 2010 - 13:01

    Dovremmo fermare ogni attività in presenza di un suicida? Ricordo che qualche anno fa sul lungomare di Miramare presso Trieste la gente faceva tranquillamente il bagno, nonostante fosse stato ripescato un cadavere........ La vita e la morte sono solo due condizioni diverse nell'universo......

    Report

    Rispondi

blog