Cerca

Il clavicembalo di Bach incanta la Martesana

Tutto esaurito per le due serate con il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Il bis a novembre

Il clavicembalo di Bach incanta la Martesana
Grandi autori e giovani protagonisti. Risultato: un fiume di persone ad ascoltare Bach. L’associazione“Etica & Cambiamento” con il Conservatorio di Milano ha proposto  “Il clavicembalo ben temperato di Bach” in un paesino della provincia di Milano, ottenendo un successo insperato.

Due serate appena trascorse, 1 e 15 maggio, per suonare ed ascoltare il primo volume del “Clavicembalo ben temperato” di Johann Sebastian Bach e due serate già previste in autunno (19 e 26 novembre) per terminare l’opera con il secondo volume, l’intero evento è realizzato presso il “Piccolo teatro della Martesana” a Cassina de’ Pecchi ad opera dell’associazione culturale/politica Etica & Cambiamento.

L’associazione Etica & Cambiamento ha chiesto ed ottenuto la collaborazione del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, attraverso il paziente e determinato lavoro per l’associazione del consigliere comunale Alessandro Patella e per il conservatorio del maestro Diaferia, cittadina di Cassina de’ Pecchi. Ma i veri protagonisti della serata sono i giovani: i ragazzi dell’ottavo anno del Conservatorio nelle due serate hanno eseguito in versione integrale al pianoforte le 24 coppie di preludi e fughe che compongono il primo volume del “Clavicembalo ben temperato”dando l’opportunità ai cittadini cassinesi di avvicinare un’opera fondamentale nella storia della musica: l’evento ha rappresentato un felice incontro tra alta cultura musicale e voglia di conoscere di ogni cittadino. Nella struttura geometrica dell’opera, che segue la scala cromatica fino all’esaurimento di tutte le tonalità, ogni musicista ed ogni ascoltatore ha potuto cogliere la vastità delle idee e dei sentimenti, dei concetti e delle passioni che Bach ha voluto trasmettere. L’ampiezza di quest’opera è stata ben spiegata al pubblico dal direttore del conservatorio Bruno Zanolini , che ha svolto un parallelo tra Bach e Dante: come la Divina Commedia, questo lavoro intende raccontare tutto ciò che sta nel mondo e anche nel cielo, il passato, il presente ed il futuro dell’umanità, e con ciò entrambi gli artisti hanno voluto in campi diversi realizzare l’opera assoluta.

Con grande soddisfazione dei componenti di Etica & Cambiamento le due serate hanno visto una notevole affluenza di pubblico attento che ha espresso il proprio apprezzamento con lunghi applausi, la prima serata ha avuto un ospite d’eccezione nella figura del dott. Francesco Saverio Borrelli, Presidente del Conservatorio negli ultimi tre anni, che ha evidenziato in una intervista ad una testata locale l’importanza di manifestazioni come questa perché permettono, da una parte, agli studenti di esprimere le loro competenze in una occasione ufficiale davanti ad un pubblico e dall’altra al territorio di usufruire delle realtà esistenti.
A fine concerto pubblico e ragazzi hanno potuto conoscersi meglio e continuare a scambiarsi commenti ed emozioni nel ricco rinfresco offerto da Etica & Cambiamento.

Appuntamento con la musica di Bach ed i ragazzi del Conservatorio il 19 novembre per il secondo volume (Foto di Daniele Garofalo).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog